Utente 163XXX
Gentile dottore
soffro di una deferentite che ormai credo sia diventata cronica. A questo punto volevo chiedere informazioni circa la possibilità di un intervento di asportazione del dotto deferente destro. Che conseguenze comporta dal punto di vista fisico/sessuale? grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
la asportazione del defente temo sia intervento poco contemplato in chirurgia andrologica, e peraltro la sua asportazione e piuttosto invasiva, almeno in linea teorica. In effetti quei dotti partono dei testicoli, vanno nel canale inguinale, vanno dentro l' addome, giranto attorno alla vescica urinaria e sboccano sotto la prostata. Detto questo sarebbe il caso di rivalutare attentamente quella diagnosi.
[#2] dopo  
Utente 163XXX

Iscritto dal 2010
è una delle proposte che mi erano state fatte, ma in effetti non mi sono stati spiegati bene i significati della cosa, per questo ero a chiederle chiarimenti. se secondo lei questa via non è percorribile, tenendo conto che le cure mediche non hanno avuto successo fin'ora, ritiene che ci possano essere altre alternative? eventualmente è contemplabile l'asportazione di solo un tratto del dotto referente? perdoni le mie domande che in effetti celano molta ingnoranza in materia, ma ho bisogno almeno di capire la fattibilità o meno della cosa. la ringrazio molto per il suo aiuto.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
A questo mondo tutto si può fare, ed è per me difficile dire qualche cosa da dietro una tastiera. Personalmente le consiglierei di sentire un' altra campana.
[#4] dopo  
Utente 163XXX

Iscritto dal 2010
mi rendo conto grazie mille per la sua disponibilità
[#5] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,

se si tratta di infezioni ricorrenti al testicolo, in questo caso non occorrerebbe "asportare" il deferente, ma sarebbe sufficiente legalo e sezionarlo.
[#6] dopo  
Utente 163XXX

Iscritto dal 2010
mi porotrebbe chiarire gentilmente cosa comporterebbe questo tipo di intervento dal punto di vista della fertilità? grazie mille
[#7] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Se questa fosse effettivamente l'indicazione, l'intervento comporterebbe che quel testicolo non contribuirebbe più alla sua fertilità naturale.