Utente 224XXX
Carissimi Dottori,
in virtù del mio problema, ossia una difficile erezione, e in virtù che il 14 di questo mese dovro effettuare un nuovo spermiogramma, di seguito riporto il primo già effettuato il quale presenta un elevato numero di globuli bianchi al quale mi fu prescritto un ciclo di ciproxim per 6 gg una compressa al dì, sei gg no e alri 6 gg si sempre una compressa al dì, anche se tale terapia mi fece restare un tantino perplesso in quanto prescritta in base al numero dei globuli bianchi e non approfondita con i dovuti esami, mi sottoposi alla terapia prescittami.
Comunque il 14 dovrò effettuare oltre ad lo spermiogramma una ecografia transrettale prostatica e una spermiocoltura con antibiogramma.
Carissimi Dottori, ringraziandovi anticipatamente per la attenzione che indubbiamente mi presterete vi porgo le mie più sincere gratitudini, vi porgo le mie domande:
1) cosa pensate degli esami, ossia dello spermiogramma ed ecocolordoppler effettuati e riportati di seguito, è mio dovere precisare che ecocolordoppler è stato eseguito prima dello spermiogramma il quale ha rilevato una infezione/infiammazione e comunque già smentito in un precedente consulto con il quale la maggior parte o meglio tutti i dottori a cui hanno risposto, in base ai valori dell'esame, hanno escluso e smentito la fuga venosa al contrario da come viene riportato sulla cartellina dell'esame di seguito riportata;
2) Se mi potreste consigliare qualche altro esame in aggiunta al nuovo spermiogramma spermicoltura e ecografia rettale che dovrò eseguire, come ad esempio un tampone uretrale, al fine di avere un quadro più completo possibile;
3)Se per tali esami dovrei sospendere la terapia di cialis da 5 mg e di dromus che assumo quotidianamente;

Con l'occasione porgo i miei piu cordiali e sinceri Saluti



Esame ecocolordoppler dinamico effettuato dopo ICI HA evidenziato una ridotta dilatazione dei sinusoidi cavernosi con visualizzazione del 2' livello delle arterie elione, la fase di incremento dell'inflow arterioso si è presentata nei limiti inferiori della norma in relazione all'eta. I valori. Della velocità diastolica sono risultati discretamente superiori alla norma alla radice del pene si sono verificate significative attività venose al colordoppler.

Afflusso vascolare arterioso cavernoso ridotto in relazione all'età.
Incompetenza veno-occlusiva.
Arteria cavern. Destra: vps: 31cm/s. Vd:7.6 cm/s ir:0,76
Arteria cavern. Sinistra: vps:28cm/s vd:9 cm/s ir:0.68

Vps v.n. >35cm/sec vd v.n. <3 cm/s ir v.n.>0.90

SPERMIOGRAMMA
Volume: 3,0 ml
Ph (> 7,2) : 7,4
Aspetto: proprio
Viscosità: nei limiti
Fluidificazione: fisiologica

Concetrazione ml: 15.000.000
Concentrazione/totale: 45.000.000

Motilità progressiva: 15% rettilinea + 5% discinetica
Motilità totale: 20%
Forme tipiche:2%
forme atipiche 98%

LEUCOCITI (<1.000.000): 2.600.000

Gazie di cuore a tutti!!!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

la presenza di globuli bianchi giustamente impone un controllo della prostata e una valutazione clinica che sia utile ad escludere eventuali dati di infiammazione delle vie seminale; quindi fa bene a procedere con il percoriso già segnato.

circa la patologia vascolare eseguita, si rileva effettivamente una ridotta-borderline risposta delle arterie cavernose dopo stimolazione farmacologica (quale famraco equale dosaggio??).

preciso che la alterazione delle flusso venoso è molto verosimilmente conseguenza del ridotto circolo arterioso. per tale motivo la clinica del paziente è importante.

le consiglio di proseguire il percorso gia tracciato dal collega.

cordialità
[#2] dopo  
Utente 224XXX

Iscritto dal 2011
Gentilissimi Dottori, lCI iniettatami è pari a 10 mcg di PGE1.
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
è il dosaggio ratificato in ambito internazionale per studiare la circolazione del pene.

prosegua con ilsuo specialista di riferimento

cordialità
[#4] dopo  
Utente 224XXX

Iscritto dal 2011
Grazie di cuore prof. Giovanni Maria Colpi.
Carissimi dottori riguardo alla sospensione della terapia e del incremento di nuovi esami cosa mi consigliate? Grazie a tutti voi!!
[#5] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
è opportuno preseguire nel percorso del collega che l'ha visitata...e l'ha valutata più di noi di persona.

cordialità
[#6] dopo  
Utente 224XXX

Iscritto dal 2011
Carissimi Dottori vi vorrei aggiornare con i nuovi esami eseguiti:
Spermiogramma (nuovo)

Volume 3,5
Ph 7,2
Aspetto acquoso
Viscosità diminuita
Fluidificazione fisiologica
Concetrazione 18.000.000
Concettazione totale 63.000.000
Motilità progressiva 10% rettilinea +10% discinetica
Motilità totale 20%
forme tipiche 15%
forme atipiche 85%
leocociti 1.300.000
Elementi linea germinativa presenti
Corpuscoli prostatici rari

Spermicoltura con abg
Per la ricerca di germi comuni e miceti ha dato esito negativo

Ecografia transrettale 
L'esame ecografico effettuato mediante uso di donde convex ed endocavitaria end dire ha mostrato prostata in sede di dimensioni nella norma (diam.long 3.7 cm, diam trasv 3,9 cm, diam A-P 1,5 cm volume stimato 11ml) con pressocche normale silhouette in assenza di significativo aggetto endovescicale della porzione rostrale.
La ghiandola presenta un' ecostruttura  lievemente e diffusamente disomogenea con diffusa alternanza di aree e differente ecogenicita, a suggerire  possibile flogosi cronica /pregressa in assenza di evidente patologia focale occupante spazio con chiare caratteristiche di allarme.
Margini prostatici ben definiti e regolari.
Vescichette seminali in sede assimmetriche per prevalenza volumetrica della sinistra sulla controlaterale (dap dz. 13 mm sin 17 mm) entrambe ecostruttura disomogenea e dall'aspetto sfumata ente pseudocistico.
Nella norma il pattern vascolare a livello prostatico.

Questi sono i nuovi esami eseguiti, come è eevidente il numero dei leucociti e notevolmente diminuito, la mia domanda se a questo punto si possa trattare di una infezione all'uretra e se da questi esami si possa capire qualcosa in più? Inerente al problema di difficoltà nell'erezione. Ringrazio anticipatamente tutti i dottori che mi aiuteranno! Grazie di cuore!!
[#7] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

i numero di globuli bianchi si è ridotto ma pur sempre superiore adi 1 milione/ml.

i dati delle ecografia prostatica dimostrano un'evidenza di infiammazione prostatica con diametro un po aumentato delle vescicole seminale.
discutibile la pertinenza dell'uretra sui sintomi.

non è escluso una influenza del problema prostatico sul deficit di erezione.

lo specialista andrologo le consiglierà nel caso una terapia per la leucospermia e la sospetta prostatite.


cordialità
[#8] dopo  
Utente 224XXX

Iscritto dal 2011
Gentilissimo Prof. Colpi, la vorrei ringrazziare per la celere ed esauriente risposta con la mia più grande gratitudine, grazie mille.
Prof. Colpi se mi è permesso vorrei ancora chiederLe se secondo lei sia opportuno svolgere ulteriori esami, in quanto ho il nuovo appuntamento con il mio specialista per il 27 marzo, prima non è stato possibile, gli esami sopra indicati devono essere ancora visionati e quindi visto la lunga attesa potrei anticipare i tempi con ulteriori controlli da portare insieme agli esami effettuati, Lei cosa ne pensa? Professore secondo Lei visto che dalla spermiocoltura risulta tutto negativo e dal numero dei leucociti si potrebbe sospettare una prostatite un tampone uretrale o altri esami che potrebbero individuare batteri e/o altro potrebbero essere utili?
Grazie e mi scusi per il disturbo.
Distinti Saluti
[#9] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

la flora batterica dell'uretra non può giustificare la leucospermia.
dubito fortemente possa essere rilevante.

piuttosto incontri lo specialista....ma non certo a fine Marzo.

ci aggiorni.

cordialità
[#10] dopo  
Utente 224XXX

Iscritto dal 2011
Grazie di cuore Professore, vi aggiornerò sui progressi.
Distinti Saluti.
[#11] dopo  
Utente 224XXX

Iscritto dal 2011
Carissimi Dottori e Carissimo Prof. Colpi oggi ho potuto far visionare al mio specialista gli esami su riportati, dopo aver visionato gli esami mi ha prescritto la seguente terapia:
1) 2 CPR al giorno di augmentin (875+125) per 15 gg poi 15 stop e altri 15 gg sempre 2 CPR al dì;
2) 1 bustina di oki la sera per un mese;
3) 1 CPR al giorno prima di coricarsi di Permixon;

Mi ha spiegato che ha scelto di prescrivere augmentin in quanto dalla spermicultura non risultando alcun tipo di batterio ha optato per un antibiotico ad ampio spettro.

Poi alla mia domanda se fosse opportuno effettuare altri tipi di esami per la ricerca di batteri o altro, mi disse che secondo lui si può iniziare tranquillamente la terapia e volendo si puó effettuare un tampone uretrale per la ricerca di clamidia, batterio che non risulta nella Spermiocultura.

Carissimi, cosa ne pensate della terapia prescrittami, e per quanto riguarda la ricerca di clamidia? Secondo Voi è opportuno anche altre ricerche?

Ringrazio anticipatamente tutti coloro che risponderanno, e un calorissimo saluto al Prof. Colpi.
Distinti Saluti

[#12] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

la terapia del collega è condivisibile, sempre però tenuto conto che ha avuto modo di visitarla...

immagino che abbia ipotizzato una minima infiammazione prostatica....come capita in caso di leucospermia.

tuttavia ritengo che possa proseguire il percorso con lo specialista, anche con la ricerca della chlamydia che si può già cercare con l'esame del liquido prostatico dopo massaggio prostatico...

cordialità
[#13] dopo  
Utente 224XXX

Iscritto dal 2011
Gentilissimo Prof. Colpi, la ringrazio per la risposta, per quanto riguarda la terapia Le confermo la ipotizzazione dell'infiammazione prostatica, ipotizzata dalla leocospermia evidente nello spermiogramma e dal risultato dell'ecografia transrettale come su indicato, inoltre mi ha confermato che tutto ciò sicuramente a potuto causare la D.E. e di consegua la riduzione di risposta delle arterie cavernose risultate dall'ecocolordoppler penieno dinamico come riportato nei passaggi precedenti. Che dire Prof., se non altro che salutarla e ringraziarla per l'accurata dedicazione che mi ha dedicato.
Grazie di cuore!!
Saluti Prof. Colpi.