Utente 239XXX
Salve ho 31 anni. Ho letto diverse informazioni utili, ma non riesco a trovarne qualcuna specifica per il mio problema. Durante l'erezione il pene risulta curvo verso il basso, non in maniera eccessiva come in alcuni casi che ho potuto vedere in alcuni articoli, ma non verso l'alto. Questo sembra essere causato da una rigidità non ottimale come se tendesse in giù per il fatto che la rigidità non lo faccia stare rigido. Quello che noto è che anche durante l'erezione, che comunque avviene, la pelle sotto il glande non è del tutto "stirata". E' possibile che questo sia dovuto alla forma che è tende verso il basso e non verso l'alto? E poi è possibile eliminare la pelle superflua per riuscire ad ottenere una rigidità ottimale? Spero di essermi espresso in maniera chiara. Grazie in anticipo per la risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Caro signore, la prima cosa che viene in mente leggendo il Suo post è che probabilmente si tratta di un incurvamento congenito del pene. In molti i casi succede che vi sia una curva verso il basso. La rigidità non c'entra, tuttavia penso che sia opportuno effettuare una valutazione andrologica per poterLa consigliare al meglio: in alcuni casi il "recurvatum" congenito richiede una correzione chiurgica, specie se l'entità della curva determina una difficoltà nei rapporti sessuali. Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la celere risposta, vedrò di fare una visita e spero non sia troppo "tardi" vista l'età. saluti