Utente 239XXX
Salve,
scrivo per conto di mia madre. Fin dalla nascita mia madre presenta un angioma sull'interno coscia dx. Non ha mai avuto problemi o dolori. Dopo una brutta caduta, due anni fa mia madre è stata costretta a rimanere immobile a letto e per un mese ha dovuto subire iniezioni di Clivarina 4200. In seguito a queste iniezioni l'angioma è aumentato leggermente, adesso mi sembra di notevoli dimensioni e interessa non solo l'interno coscia ma anche la restante parte della coscia fino al ginocchio. A maggio dello scorso anno le è stato prescritto un "ecocolordoppler arti inferiori venoso", le riporto il referto:"Vasi venosi (vv femorali, poplitee e confluenti di sinistra e di destra) pervi e compressibili con scarico regolare. Incontinenza di grado lieve della vena femorale comune di sinistra e di destra. Continente l'ostio safeno-femorale di sinistra e di destra. Continente la vena safena esterna di sinistra e di destra. Presenza di inbibizione edematosa dei tessuti muscolari di coscia medialmente di probabile natura post-traumatica. Conclusioni:esami nei limiti". Attualmente mia madre prende Algorex compresse e Vessel Sulodexide capsule per ridurre la consistenza dell'angioma. Un angiologo ha consigliato un'eventuale operazione per rimuovere l'angioma da tenersi lontano dal mio luogo di residenza (Potenza). Vorrei chiederle se l'intervento è indispensabile e se è pericoloso. Mia madre continua a non avere dolori ne problemi di alcun tipo.
La ringrazio in anticipo.
[#1] dopo  
Dr. Pietrino Forfori
36% attività
20% attualità
16% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile utente
sempre con i limiti di una valutazione a distanza ,
l'angioma rientra nelle malformazioni del sistema capillare arteriolovenulare, in genere si estende a livello superficiale (cute) e, salvo l'aspetto estetico, se non complicato, è asintomatico.
Un eventuale trauma può provocare un ematoma più facilmente che su cute sana.
Se non complicato e non sintomatico, non sarebbe da trattare.
Riguardo i tipi di trattamento, la scleroterapia con schiume, laddove indicata, è sicuramente meno invasiva .
[#2] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio immensamente, ero un po' in ansia per mia madre.