Utente 187XXX
Alla cortese attenzione del Dott.Cecchini

Egr. Dott.
dopo angina instabile e angioplastica - circa 15 mesi fa -con applicazone di stent (discendente anteriore e circonflessa) faccio la seguente cura: Plavix (ora farmaco generico) una capsula dopo colazione; Cardicor da 2,5 ore 8,00; cardioaspirin dopo pranzo; sinvacor 10 e ranitidina 300 (questo ultimo a periodi sostituito da pant0prazolo) prima di andare a letto. Un mese fa ho avuto un episodio di pressione alta --- 195/95, che al pronto soccorso hanno trattato con nitroglicerina ma hanno escluso angina, infarto etc... da allora la pressione tende al normale tranno quando sono ansioso specie in ufficio dove mi caricano di lavoro e responsabiltà e raggiunge 140 --- 150 la massima e la minima normale (da 80 a 90). il medico mi ha prescritto una pillola al giorno di Tareg 80, che ancora non ho preso perché temo che la pressione possa scendre molto e creare problemi, specie la minima che sembra normale (quando sono tranquillo ho 120/70). ho anche letto che sarebbe più indicato un ACE inibitore. I suoi consigli sono stati sempre preziosi, cosa mi consiglia di fare grazie di cuore. Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L ACE inibitore è un farmaco prezioso ed anche il sartanico, "suo cugino", nella tre,apia della cardiopatia ischemica. Non serve solo a controllare i valori della PA ma anche contro lo scompenso cardiaco.
Arrivederci
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 187XXX

Iscritto dal 2010
Grazie Dott.,

per la Sua pronta risposta e gentilezza consueta.