Utente 131XXX
Gentili dottori,
volevo chiedervi se dopo una forte emozione è possibile provare un forte dolore al petto senza che questo non sia sintomo di problemi cardiaci.
Ho perso una persona cara e quando mi è stata data telefonicamente la notizia, non volevo crederci, ho accusato dei dolori forti al petto che saranno durati un 20-30 minuti e poi tornavano ogni volta che si scatenava una crisi di pianto.
Da questo evento sono passate due settimane. Ogni tanto viene una fitta e poi sparisce.
Non soffro di pressione alta, anzi.. tutto il contrario. Non fumo. Non sono in sovrappeso. Sono solo stata molto stressata per questa persona che stava male e per problemi fisici personali.
Durante una normale visita dal medico curante mi è stato detto tanto tempo fa di avere un soffietto al cuore. Inoltre prendo la pillola per motivi ormonali da tanti anni.
Posso stare tranquilla?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il dolore intenso può certamente provocare crisi di angina pectoris, ma non certo alla sue età e con ben alt caratteristiche del dolore.
Si tranquillizzi pertanto , arrivederci.
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 131XXX

Iscritto dal 2009
Come si potrebbe interpretare allora questo dolore? Dopo ogni pasto ultimamente soffro di bruciore al centro del petto.Ho spesso anche delle mini fitte. Faccio una vita piuttosto sedentaria e appena compio uno sforzo fisico soffro di tachicardia.
In passato, quando svolgevo una regolare attività fisica, diventavo in viso color peperone.
ho eseguito le analisi della circolazione e sono risultate nella norma. La pillola potrebbe comunque crearmi problemi?
La ringrazio per la sua disponibilità.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Molto spesso problemi gastro esofagei simulano dolori cardiaci. Parli con il suo medico per valutare la opportunità di una gastroscopia per escludere ernia jatale o esofagi te da reflusso.
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#4] dopo  
Utente 131XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dottore,
la ringrazio per la sua disponibilità.. la sindrome da reflusso mi era stata confermata già tempo fa dall'otorino a causa di problemi alla gola.
Ultimamente sto cercando di evitare bevande gassate e la situazione è notevolmente migliorata. il reflusso spesso c'è, ma almeno dolori al petto meno frequenti.
Posso disturbarla con l'ultima domanda?
Da circa un mese mi si addormentano spesso mani e piedi( se assumo posizioni sbagliate, che purtroppo ahimè ho sempre assunto).
La notte non riesco a trovare una posizione corretta, le braccia si addormentano e mi sveglio spesso con le braccia deboli o doloranti. Dipende dalla circolazione?
Vorrei valutare se sospendere o meno la pillola visto che le mie microcisti sono momentaneamente assenti.
Se può essere utile le riporto i risultati delle analisi

Tempo di protrombina 14,6 sec (11,8-15,1)
Attività protrobinica 99,6 % (80-140)
INR 1,09

Tempo tromboplastina parziale 30,2 sec (23-35)

Antitrobina III 91,8 % (75,6-122,4)

D-Dinero 164 ng/mL (0-225)
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
mi pare che i suoi esami siano migliori dei miei.
per cio che riguarda i sintomi che lei riferisce, mi pare che lei abbia una notevole quota ansiosa.
cordialita'
cecchini
www.cecchinicuore.org