Utente 239XXX
Salve,
sono affetta da sclerosi multipla (in realtà ho avuto una sola ricaduta, 3 anni fa, completamente rientrata) e sono sotto interferone.

Premetto che sono in perfetta salute, e vorrei poter effettuare un filler riassorbile alle labbra per sistemare un'asimmetria.
Ho avuto pareri discordanti al riguardo: c'è chi dice che in caso di malattie autoimmuni va escluso, e chi invece dice di averlo fatto in tutta tranquillità anche in pazienti affetti da SM.

Qual è il vostro parere? a che rischi si va incontro?

Grazie in anticipo.
[#1] dopo  
Dr. Armando Ponzi
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile paziente,
premesso che i filler, a base di ac.jaluronico, andrebbero selezionati tra quelli basati su ingegneria genetica e non da estrazione animale (questi ultimi potenzialmente più rischiosi per possibile effetti di intolleranza), non vi è allo stato letteratura riguardo la sua condizione e l'uso dei filler.
In linea di principio, essendo l'ac. jalironico impiantato, lo stesso del suo corpo non vi dovrebbero essere particolari motivi nè locali nè generali per non farlo.
Le consiglio però di rivolgere il quesito al neurologo curante la cua risposta è sicuramente ultimativa.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio molto per la risposta.
E' stato gentilissimo.

Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Marco Loiacono
24% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2012
gentile utente,
nei pazienti con SM o con altre malattie autoimmuni il problema non pare che sia legato alla natura del prodotto stesso (ad oggi il letteratura non vi sono chiare evidenze) ma al trauma del trattamento che in alcuni casi è stato associato (senza rapporti diretti) ad una riattivazione dei sintomi.

personalmente non vedo una controindicazione assoluta al trattamento da lei richiesto ma dovrebbe certamente discuterne con il neurologo che la segue.

buona giornata
[#4] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la Sua risposta.

Quindi, in sostanza, in via puramente teorica, forse puo' essere vi sia la possibilità di una ricaduta?

Decisamente mi sembra un'argomentazione un po' debole per porre un veto come fanno alcuni. Si fa anche un gran parlare delle condizioni di stress, ma personalmente ne ho vissute un numero infinito senza nessuna riacutizzazione dei sintomi.

Sentiro' certamente il mio neurologo, in ogni caso i pareri ricevuti in questa sede sono stati di grande aiuto.

Grazie di nuovo.