Utente 239XXX
Salve,
Le scrivo perchè sono un pò preoccupata riguardo la salute del mio fidanzato.
Non molto tempo fa, dopo un tampone vaginale, mi è stata riscontrata la candida, che è stata curata immediatamente. Dopo questa cura, l'attività sessuale tra me e il mio ragazzo è stata ripresa tranquillamente.
Questa settimana il mio lui, dopo aver assunto degli antibiotici per via orale, ha cominciato ad avere uno strano prurito e bruciore alle parti intime. Ci siamo rivolti al farmacista del mio paese, che gli ha dato il Gyno Canesten, sospettando semplicemente che io gli avessi trasmesso la candida dato l'abbassamento delle difese immunitarie causato dall'antibiotico. Grazie alla crema, il bruciore e il prurito sono passati, lasciando però spazio ad una certa secchezza della pelle del prepuzio e la formazione di piccoli "taglietti" sullo stesso. Questa secchezza gli provoca molto dolore se prova a scoprire il glande. Ho letto su questo sito l'articolo riguardo il lichen sclerosus e ho paura possa essere ciò che ha il mio ragazzo. Dal momento che questa secchezza lo tormenta da 3 giorni, lui vorrebbe aspettare altri 2/3 giorni per vedere se passa ed eventualmente,in caso contrario, prendere appuntamento con il suo andrologo.
Secondo Lei posso stare tranquilla o il mio sospetto è fondato?

La ringrazio infinitamente per l'attenzione,

Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
conviene che il suo ragazzo vada subito dall'andrologo per una diagnosi di merito del problema al pene e venga sottoposto a terapia.senza allarmarsi e senza aspettare.
cordialmente