Utente 166XXX
Il mio bambino di 5 anni dovrà essere sottoposto a brevissimo ad un intervento di idrocele (evidenziato con ecografia pervietà dotto peritoneo vaginale). C’è però successo un fatto spiacevole nel senso che alla visita anestesiologica già eseguità il dottore anestesista ci ha veramente spaventato perché alle nostre domande sugli eventuali rischi per l’anestesia totale ci ha evidenziato che il rischio c’è non è mai 0, nel ns caso è 1 e che se eravamo così ansiosi potevamo anche evitare di farla perché a suo avviso per un problema di questo tipo non è mai morto nessuno e che 100 anni fa non si interveniva di certo.
Qual è la sua opinione relativamente ai rischi da anestesia e alla fattibilità di questo intervento

Grazie, una mamma estremamente preoccupata

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
227872

Cancellato nel 2015
Gentile Signora,
la correzione dell'idrocele congenito, dovuto alla persistenza del dotto peritoneo-vaginale, rappresenta uno degli interventi chirurgici di routine più frequenti nei reparti di Chirurgia Pediatrica.
Pur tenendo conto che non esiste nessun intervento chirurgico e nessuna procedura anestesiologica a rischio 0, occorre tuttavia sottolineare che se il bambino è in buone condizioni di salute e se l'intervento viene eseguito in un reparto specialistico, i rischi sono veramente ridotti al minimo.
Il consiglio quindi è di rivolgersi ad una struttura ospedaliera dove vi sia la Chirurgia Pediatrica e di affrontare questa esperienza con assoluta tranquillità.
Cordiali saluti