Utente 239XXX
Salve,sono una ragazza di 25 anni.Mi rivolgo a voi perchè non so più come venire a capo da questa situazione.Narro la mia storia.E' esattamente da Dicembre che ho un dolore PERSISTENTE e CRONICO nella fascia destra addominale esattamente all'altezza del retto douglas.Mi sono recata in pronto soccorso per sospetta appendicite ma il quadro era incerto,l'addome dolorante ma trattabile,le analisi del sangua ed emocromo nella norma,visita ginecologica nessun problema particolare che potesse giustificare il dolore.L'ecografo disse che c'era del liquido attorno all'appendice e un calcolo allla colicisti.Premetto che ho l'ovaio micorpolicistico da anni e le mestruazioni molto irregolari(tre/sei mesi di ritardo).L'ultima mestruazione ad oggi risale al 23 Gennaio(dolorose).Dimessa sono ritornata dopo qualche giorno per la persistenza del dolore,ma ancora esami nella norma,visita chirurgica con esito addome trattabile,aria nel colon e poi dimessa.Durante il mese di gennaio ho eseguito diverse visite tra cui visita dal medico di base ed ecografia che ha riscontrato solo la coliciste contratta ed un angioma in essa.Ma non si vedeva l'appendice.Dopo un mese (ora sono esattamente due mesi che vado avanti con questo dolore) mi reco in ospedale al pronto soccorso in quanto peggioramento della situazione.Sempre dolore costante localizzato ma anche male all'ingine e alla gamba.Analisi del sangue nella norma,gastrenterologo dice che ho la coliciste contratta ma che comunque non giustifica quel dolore,mi viene diagnosticata una pubalgia,mi rifanno fare la visita ginecologica che non trova nulla che possa causare il dolore.Mi dicono che l'addome è trattabile(IL DOLORE è INTERNO e costante non è fortissimo alla palpazione)Mi fanno fare una tac con mezzo di contrasto.L'esito non rivela nulla di anomalo e significativo a parte l'ovaio micoropolicistico(che ho da anni),minima falda liquida libera nel Douglas(dove ho il dolore!).Stasi fecale colica,con feci molto dense in sede.Io ho come la sensazione di produrre più feci rispetto a quante ne riesco a fare.Nel senso che non mi sento mai svuotata del tutto.Mi hanno dunque dimessa con diagnosi pubalgia e sospetta colite.Ora non so più cosa fare.Il dolore è fisso e persistente,ho fatto tutte le visite possibili,e le analisi.Ma è ben localizzato e continua da due mesi.In alcuni periodi si accentua.a un pò meglio dopo la defecazione.E in determinate posizioni.Il maggior fastidio è da in piedi.La notte riesco a dormire a parte alcune sere in cui sentivo un bruciore all'addome e alla gamba molto forte e non riuscivo a trovare posizione.Non so che terapia fare e cosa possa essere questo dolore.Ma sono preoccupata perchè dovrò riprendere a lavorare e non riesco a stare in piedi per molto tempo.C'è una terapia che posso fare per ridurre il dolore?Cosa potrebbe essere questo dolore in sede retto/douglas?L'endometriosi o l'appendicite si sarebbero viste in una tac con mezzo di contrasto?Ci sono altre indagini che potrei fare?
[#1] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile Utente
Le cause del dolore pelvico cronico sono numerose, alcune anche di competenza proctologica
Le consiglio una visita colonproctologica-pelviperineologica.
Lo specialista che la visiterà potrà richiedere ulteriori esami, tra i quali anche una colpocistodefecografia dinamica, per diagnosticare il suo problema.