Utente 239XXX
buon giorno, scrivo qui per dirvi che tra circa due settimane sarò operata di masto+ in anestesia generale. Ho però lo streptocco e probabilmente, ancora in fase di accertamento, la monucleosi. Vorrei sapere se potrei avere dei problemi in fase di intervento e se quindi sarebbe meglio spostare la data a guarigione avvenuta.
Grazie per la gentile risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile utente buona sera, l'intervento cui Lei deve essere sottoposta è un intervento di elezione per eccellenza, cioè non a carattere di urgenza. Mentre una emergenza impone e giustifica di operare anche non in perfette condizioni di salute, una elezione impone invece che il paziente sia al meglio possibile. Da quanto ci dice a me pare che potrebbe essere consigliabile attendere una guarigione completa prima di procedere, tuttavia poichè il mio è solo un "parere telematico", senza alcuni elementi fondamentali come una visita, le consiglio di parlare col suo anestesista, in quanto è l'unico che può decidere, dopo averla visitata, se è possibile operare comunque o è megli aspettare.
Spero di essere stata esauriente, saluti.
[#2] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
Ringrazio molto per la celere risposta. Ultimerò le nuove analisi e poi valuterò con l'anestesista. Sono molto d'accordo con lei. Le chiedo inoltre: questo lunedì invece dovrei fare una RMN di controllo encefalo con mdc per un malformazione venosa chiesto dall anestesista appunto per intervento prendendo antinfiammatori e antibiotici, potrei avere problemi anche qui? Meglio rimandare?
[#3] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile utente, così per via telematica, l'indicazione che posso darle è solo generica: il collega che ha richiesto l'esame la conosce e sa dei suoi problemi medici? Se si, vuol dire che ha già valutato, conoscendola, la fattibilità della cosa. Se invece no, lo deve informare anche perchè non so quanto questa RMN sia urgente, o solo legata all'intervento e di che entità sia la patologia venosa.
Saluti.
[#4] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
Ho un angioma venoso in sede frontale, probabile dalla nascita, scoperto per caso con una RMN fatta in passato per una cefalea. Ogni due anni devo quindi fare controllo e quindi l'anestesista ne ha richiesta una recente prima dell'intervento