Utente 239XXX
Salve,
mi chiamo nadia. In agosto partorirò. Vorrei optare per un parto naturale con analgesia eperidurale; nella zona in cui vivo, non esiste una clinica privata o pubblica convenzionata per questo tipo di parto e quindi dovrei farla a spese mie. La cosa che mi turba principalmente è che penso che io non abbia una schiena adatta a questo tipo di analgesia in quanto, dall'ultima lastra effettuata 2 anni fa, il radiologo ha refertato le seguenti condizioni:

"L'esame, eseguito in posizione ortostatica, ha messo in evidenzia la presenza di una scoliosi lombare destro convessa.
Sacralizzazione bilaterale di L5 con riduzione del corrispondente spazio intersomatico.
Agenesia dell'arco di C1 ?.
L'anca sinistra risulta più bassa di circa 5 mm rispetto alla controlaterale.
Rettilineizzazione della lordosi cervicale e accentruazione della lordosi lombare."

Per quanto riguarda la parte sacro-coccigea, l'esame non ha avidenziato nulla ma, talvolta, soffro di dolori durante il periodo mestruale.
Vi ringrazio per la vostra disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buona sera, quanto ci dice non costituisce, in via generale, una controindicazione alla esecuzione di una peridurale. Tuttavia la sua situazione andrà valutata in modo globale dal suo anestesista cui le raccomando di portare in visione le radiografie.
Questa pratica è molto diffusa e con successo, come diffusi sono i "problemi di colonna". Il materiale moderno che noi anestesisti usiamo oggi, in mani esperte, consente la esecuzione della anestesia praticamente sempre e con pochissime esclusioni.
Si affidi pertanto alla valutazione ed ai consigli che il suo anestesista le darà dopo averla visitata.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille per la sua immediata risposta e soprattutto per la sua gentilezza!!! Non le nego che sono preoccupata, la felicità di aver un bimbo è tanta, ma lo è anche la paura, così starò sicuramente meglio!!!
Se possibile e non chiedo troppo vorrei sapere quanto tempo prima andrebbe fatto il consulto con l'anestesista e se la lastra di quasi 3 anni fa andrà bene.

Buona serata!

Grazie!
[#3] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buona sera, la radiografia potrà dare una indicazione importante sicuramente, quanto invece alla domanda su quando fare la visita anestesiologica, io penso che sarebbe opportuno farla in prossimità del parto, in modo che il collega possa anche valutare le sue condizioni generali unitamente agli esami in quel momento.
Saluti.