Utente 125XXX
Buonasera, sto facendo una cura per MRGE che prevede l'assunzione di Peridon e Pantopan...la mia dottoressa mi ha detto che il Peridon non può essere assunto a lungo perchè sfasa le analisi...volevo sapere quali analisi sfasa? per quanto tempo consecutivo si può assumere senza sfasare troppo queste analisi?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Alex Aleksey Gukov
28% attività
0% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
Le rispondo perché conosco il farmaco, anche se non sono un medico di base.
Fra le alterazioni che può comportare l'assunzione del Peridon (nome chimico: domperidone) che sarebbero di maggiore interesse nel caso Suo (leggendo le Sue domande precedenti) sono quelli che riguardono gli equilibri ormonali. Il farmaco, infatti, può stimolare (disinibendo) la produzione della Prolattina, distabilizzando i bilanci degli altri ormoni che regolano la funzione dell'apparato riproduttivo e potenzialmente può peggiorare la Sindrome dell'ovavio Policistico. Può aver luogo anche l'alterazione della funzionalità della Tiroide. Tali effetti sono dovuti all'zione inibente del farmaco sui recettori della Dopamina a livello cerebrale. Sebbene in misura minore e più raramente rispetto ai farmaci pro-cinetici e anti-nausea della stessa famiglia, tali effetti anche con il Domperidone (Peridon) possono essere presenti. Le altre (eventuali) alterazioni possono riguardare i parametri del fegato, l'organo dal quale il farmaco è metabolizzato. Inoltre, nel caso dell'assunzione prolungata, è prudente monitorare la funzionalità cardiaca.Spesso questi effetti collaterali non sono né frequenti né pronunciati, ma è una questione di prudenza.

Rispetto ai tempi... essendo un farmaco soprattutto sintomatico e non specifico, solitamente non è indicato per un'assunzione a lungo termine: dopo quattro settimane (un mese) della terapia con il Peridon (domperidone) tale prescrizione dovrebbe essere rivalutata. E' il Suo medico curante che decide quale strategia è meglio adottare (assunzione continua, intermittente o altro). Il medico ha comunque le competenze per prolungare il periodo di assunzione se ne vede la necessità. In questo caso sarebbe prudente monitorare i parametri dei respettivi ormoni, la funzionalità epatica e cardiaca e magari anche il profilo lipidico.

Tuttavia, capisco bene le riserve del Suo medico, anche perché, a parte "le alterazioni degli esami", si tratta di un farmaco solo sintomatico, non specifico nel caso del MRGE (la malattia da reflusso gastro-esofageo), nella quale il ruolo principale hanno solitamente i farmaci che attenuano la secrezione gastrica (come il Pantopan) e quelli che prevengono meccanicamente il reflusso. Da questo ultimo punto di vista non si è fatto ancora tutto. Pur non essendo un internista, aggiungo che anche le problematiche biliari meritano l'attenzione, potendo essere correlate anche queste alla motilità e alla funzionalità delle vie digestive superiori (una delle chiavi del problema potrebbe trovarsi anche lì).

[#2] dopo  
Utente 125XXX

Iscritto dal 2009
Grazie molto gentile e molto esaustivo!!!