Utente 382XXX
Mia moglie si sottoporrà all'intervento chirurgico di safenectomia in anestesia locale con sedazione profonda; ieri nella visita con l'anestesista è emerso un'emoglobina pari a 10.6 che l'anestesista ha giustificato a causa dell'esame effettuato a termine ciclo mestruale con flusso abbonante. Non sapendo di questa possibile problematica di presunta anemia, sommata al fatto che è diabetica tipo 1, l'intevento può presentare rischi o complicazioni ? L'anestesista ha ritenuto di richiedere il ricovero per una notte in osservazione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Della Porta
20% attività
0% attualità
0% socialità
ACERRA (NA)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2010
Sono in linea con il collega. La necessità della notte in osservazione dipende dai criteri di esclusione dei pazienti da sottoporre al regime di one day surgery secondo le linee guida SIAARTI.
Spiego meglio:
la paziene in questione è da considerarsi ASA II a causa del diabete (piuttosto che per il valore di emoglobina), quindi non può entrare nel regime di one day surgery che è solo per i pazienti giudicati ASA I.
C'è da dire per rispondere al quesito che tale valore di emoglobina non aumenta il rischio perchè è un intervento che tecnicamente non prevede un grosso sanguinamento, quindi la paziente può affrontare serenamente l'intervento.