Utente 240XXX
Salve sono un uomo di 41 anni e sto cercando insieme a mia moglie di avere un figlio.
Il mio iter: vado da un andrologo che mi prescrive uno spermiogramma + spermiocultura dopo la visita non essendoci problemi tipo varicocele ecc.
La diagnosi dello spermiogramma (28/10/2011) è oligozoospermia ed alterazioni dello spermocitogramma.
Ritorno dall'andrologo che mi prescrive PROXEED NF per tre mesi e di rifare poi lo spermiogramma. In questa visita riscontra un varicocele, non riscontrato alla prima visita, ma mi dice che non dovrebbe essere un problema. E di continuare a provare...
Rifaccio lo spermiogramma (02/02/2012) nello stesso centro e il risultato è quasi una fotocopia del primo con qualche peggioramento per quanto riguarda le forme atipiche (98%) e la motilità che risulta bassa. Cambio dottore.
Vado da un prof di andrologia dell'università di Napoli, che mi dice che non ho niente dopo un accurata visita ecografica e dovrei sottopormi a una psicoterapia.
E mi da un pò di vitamina E
Visto che non sono proprio giovane, e che ho già 2 figli avuti dal primo matrimonio ormai sedicenni...decido di andare in un centro specializzato per la diagnosi dell'infertilità. Faccio un altro spermiogramma (17/02/2012) ovvero 15 giorni dopo come primo esame e la diagnosi è:oligozoospermia lieve, astenozoospermia severa e teratozospermia media.
Ma il mio dubbio e che fra un laboratorio e un altro ci sono differenze enormi nel numero di spermatozooi: 28 e 36 e nel terzo esame 100 milioni.(6.8 e 7 e nel terzo
18 mil per ml) e inoltre le forme immobili risultano essere nei primi esami 80% e in questo esame il 64%.
Di chi mi devo fidare? Ho speso già una fortuna e probabilmente dovrò ricorrere alla fecondazione assistita, ma nessuno sa dirmi perchè qualcosa non va.
Ma posso sapere quale potrebbe essere la patologia all'origine del mio problema?
Senza essere liquidato con una bustina, o con uno psicologo.
E chi sarebbe il bravo andrologo che voi spesso consigliate?


Vi ringrazio per l'attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
le alterazioni spermatiche delle coppie infertili vanno valutate nel suo caso con: visita, ecodoppler scrotale, esami ormonali e 2 spermiogrammi. Lo spermiogramma ha alti e bassi, per cui ne vanno sempre fatti due. Sulla base di questi esami si pone la diagnosi di tipologia di infertilità (ne esistono una dozzina di cause, a volte sovrapposte). Sono linee guida accettate a livello internazionale. La evntuale terapia va decisa sulla base delle risultanze e delle condioni ed età della partner. Visto che ha già figli, direi le condizioni sue disastrose non sono, per cui valuterei il versante femminile prima di ogni altra cosa.