Utente 527XXX
Gentili dottori, Ho già scritto chiedendo un consulto in merito a dei linfonodi reattivi che ho all'articolazione temporo mandibolare e sotto il mento.Due ecografie a distanza di un anno (una fatta la settimana scorsa) hanno evidenziato che sono molto piccoli e delle stesse identiche misure (quello sotto il mento leggermente più piccolo).Il medico che ha eseguito entrambe le ecografie ha riconfermato quanto detto l'anno scorso, cioè che sono assolutamente insignificanti e possono stare li tutta la vita...si è anche stupito che ripetessi l'esame(su richiesta del mio medico di base che però mi ha fatto ripetere l'esame dicendo che secondo lui era una cosa tranquillissima. Altri tre medici di base che mi hanno vista non hanno ritenuto necessaria nemmeno l'ecografia. In ogni caso questi linfonodi li ho da almeno due o tre anni e non mi danno alcun fastidio, e sono sempre uguali, anzi mi sembra si siano anche ammorbiditi. Il fatto è che sono ipocondriaca e ansiosa e la cosa mi ha talmente preoccupata che sono andata alla ricerca nel mio corpo di altri linfonodi palpabili.E li ho trovati! Ne ho nell'inguine, uno a sinistra e uno a destra alla stessa altezza, ma quello a sinistra è più appuntito e si sente di più. Grande come una lenticchia. Sono sicura di averlo sentito un anno fa...ma non sono sicura sia lo stesso...la paura mi fa mettere in dubbio tutto!Il fatto è che ora sono in gravidanza e tra 15 giorni devo partorire e l'ansia dell'evento mi sta facendo perdere il controllo e mi sto convincendo di avere un tumore. Il fatto che mi si dica di aspettare e fare un controllo mi mette ancora più ansia perché penso che sia qualcosa di grave. Il panico di avere un tumore mi sta rovinando la vita ed anche questo momento. Mia mamma dice che anche lei ha sempre avuto i linfonodi palpabili all'inguine, più grandi dei miei. Considerato che essendo in gravidanza ho fatto tutti gli esami possibili anche per tutte le malattie...e sono sempre perfetti...Qualcuno mi può dire se mi devo proccupare o n o?Sicuramente indagherò la causa di questi linfonodi all'inguine ma a me interessa che qualcuno mi possa tranquillizzare dicendomi che non è un tumore. Preciso che li avevo anche prima della gravidanza, grandi uguali, anzi ora faccio più fatica a trovarli, ma la paura mi fa mettere in dubbio che siano gli stessi.Però ricordo che a sinistra lo sentivo più appuntito che a destra, ed è ancora così...quindi potrebbe essere lo stesso...Non posso andare a fare un'ecografia per ogno cosa che trovo nel mnio corpo...ormai il medico della struttura in cui vado mi conosce...sono sempre lì! Quando mi devo preoccupare?Perché se fosse per me mi farei una stanzetta vicino all'ecografo e dormirei lì...mi potete dire quando questi linfonodi sono preoccupanti? Vi chiedo di cuore di tranquillizzarmi soprattutto riguardo la mia fobia che sia un tumore perché ormai il momento più bello della mia vita si avvicina e io non faccio altro che pensare ai linfonodi del mio inguine!Grazie di cuore!
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Impossibile fare diagnosi senza una verifica clinica diretta, ma
per la storia che descrive con tanta ansia c'è già la risposta esaustiva dell'ecografista che Lei frequenta con intervalli "maniacali" (scusi il termine) e che ci ha trascritto
in questo post "Il medico che ha eseguito entrambe le ecografie ha riconfermato quanto detto l'anno scorso, cioè che sono assolutamente insignificanti e possono stare li tutta la vita...si è anche stupito che ripetessi l'esame(su richiesta del mio medico di base".

Sposti se può il baricentro della Sua attenzione dai linfonodi alla Sua gravidanza e se la goda ...con tanti auguri !
[#2] dopo  
Utente 527XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per la velocità della risposta, mi chiedevo solo se è possibile che si sentano dei piccoli linfonodi nella zona inguinale senza che questi siano necessariamente un tumore e se posso tenerli controllati (da sola) ancora per qualche mese (visto che secondo me li ho da almeno un anno) e consultare un medioco ed eventualmente fare degli esami solo se dovessi notare delle variazioni eidenti o dei fastidi. Penso che se fossero linfonodi anomali entro un anno e più dovrebbero dare dei sogni...o mi sbaglio? Vi prego solo di rispondere a quest'ultima domanda in modo che questo mio terrore di trovare un linfonodo possa essere da me gestito con razionalità. Come linea generale un linfonodo anomalo cambia in modo evidente a distanza di mesi o anni? Posso per il futuro consultare il medico solo se dovessi notare un linfonodo che si ingrossa in modo EVIDENTE o se dovesse causarmi dei fastidi?O devo andare dal medico ad ogni minimo linfonodo che riesco a palpare anche se faccio fatica a trovarlo?Spero in un'ultima rassicurazione in questo senso...
[#3] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo
48% attività
4% attualità
16% socialità
FURCI SICULO (ME)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
MA GENTILISSIMA UTENTE...
IN QUANTI POST SCRIVE??

http://www.medicitalia.it/02it/consulto.asp?idpost=26685

SIA CORTESE E COLLABORATIVA A NON "INCASINARE" IL SITO E LE NOSTRE POVERE MENTI STANCHE.

GRAZIE
[#4] dopo  
Utente 527XXX

Iscritto dal 2007
Gentilissimo dott.D'Angelo, e gentilissimi Dottori, mi scuso se ho scritto in due post ma pensavo che fosse passato troppo tempo e che nessuno più guardasse il mio post. Chiedo scusa, no era mia volontà incasinare il post! Ora ho risposto anche nell'altro post...non porrò più la stessa domanda tuttavia se qualcuno volesse scrivere anche solo "concordo con il collega" per me sarebbe molto importante. Ci sono situazioni in cui si ha bisogno di sentirsi ripetere la stessa cosa mille e mille volte...comunque il fatto che qualcuno mi abbia risposto con un "si"secco alle mie due domande è già una rassicurazione molto grossa. Con un ringraziamento particolare al Dr D'Angelo, e scusadomi ancora una volta per aver "incasinato il post e le vostre povere menti stanche", e scusandomi con tutte quelle persone che hanno problemi ben più grossi dei miei (spero che il mio non sia un problema grosso), continuerò a guardare la mia posta elettronica nella speranza che qualcuno confermi quanto detto dal Dr D'Angelo, e chiedo in particolare al Dr Catania se la risposta di spostare il baricentro della mia attenzione riguardava anche il discorso dei linfonodi inguinali...o solo quelli dell'articolazione temporo mandibolare e del mento (considerando che all'inguine non ho mai fatto ecografie, ma che non posso andare a far un'ecografia per qualsiasi stupidaggine!). Mi confermate che posso davvero godermi questo momento e non pensare ai linfonodi?
[#5] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo
48% attività
4% attualità
16% socialità
FURCI SICULO (ME)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Se le scrivessi concordo con me stesso sarebbe più tranquilla sino al parto??
Mi scuso io con Lei non volevo essere scortese, ma negli ultimi mesi abbiamo visto molti scrivere in più settori creando un pò di confusione. La ringrazio della Sua delicatezza.