Utente 309XXX
Gentilissimi dottori,è da parecchio tempo che convivo con i miei disturbi di minzione,legati ad una stenosi del collo vescicale(diagnosticata da un urologo dietro esame uretrocitografico o cistoscopico,non ricordo bene).Oltre a quelli di minzione,come necessita' di urinare spesso di notte,getto debole e a singhiozzo(ho effettuato anche una uroflussometria dove è risultato una ostruzione cervico-uretrale) per i quali per un periodo di tempo ho assunto degli alfa litici come Keraflox 600 mg e Urodie s ,è da qualche tempo che sono comparsi anche difficolta' nell'erezione,non tanto ad averla quanto a mantenerla.Mi succede che,durante il rapporto sessuale cambiando posizione, in quei pochi secondi che occorrono per assumerne un'altra non riesco a tenere l'erezione e per continuare è necessario ricorrere alla pratica orale.Questo si verifica anche in alcune posizioni scomode ove faccio maggiore pressione sulle gambe.Quello che vi chiedo è:c'è una relazione tra i miei problemi di minzione e le mie difficolta' a mantenere l'erezione durante il rapporto?Eventualmente da cos'altro potrebbe dipendere questo problema?Faccio presente che le mie erezioni notturne,quelle mattutine e il desiderio sessuale sono perfettamente normali.Spero che questa volta lo staff di Medicitalia non cestinera' la mia richiesta,nell'attesa vi saluto cordialmente e vi ringrazio per le risposte che vorrete concedermi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Caro signore le due problematiche sono totalmente discinte, dunque non si fossilizzi nel ricercare cause comuni.
La problematica urinaria come certamente le avrà detto il collega che la segue va controllata nel tempo con farmaci sintomatici quali gli alfa litici finchè la condizione mantiene un equilibrio soddisfacente.
La condizione erettile invece va affrontata distintamente, anzitutto cercando di liberarsi da influssi psicogeni che spesso sono determinanti (uno potrebbe proprio essere il pensare che le due problematiche sono correlate). Se la condizione dovesse persistere potrà serenamente rivolgersi al suo urologo anche per questo problema e vedrà che sarà capace di guidarla anche verso la risoluzione della problematica stessa.
Cordiali saluti,
dott Daniele Masala.
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
caro utente, come detto la stenosi non ha correlazione con il mantenimento dell erezione, per tanto il mio consiglio è di rivolgersi ad un andrologo
cordiali saluti
dott. Giuseppe Quarto
www.prevenzioneprostata.com
[#3] dopo  
Utente 309XXX

Iscritto dal 2007
grazie infinite per le risposte,dimenticavo di dirvi che io ho una relazione stabile per cui mi verrebbe da escludere in parte la natura psicogena dei miei problemi(anche se,in verita',adesso,ogni qualvolta cambio posizione il mio pensiero corre subito alla preoccupazione di poter perdere l'erezione)comunque riferiro' all'urologo le mie difficolta',ancora tante grazie per i preziosi consulti
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

le problermatiche psicologiche non possono mai essere escluse nei casi di disfunzione erettile comunque mi sembra che il suo problema possa essere legato ad una patologia vascolare di tipo prevalentemente veno occlusivo.
Si faccia vedere da uno specialista andrologo
cari saluti
[#5] dopo  
Utente 309XXX

Iscritto dal 2007
Gentile dott Pozza,a che tipo di patologia vascolare si riferisce?Io diversi anni fa sono stato operato di varicocele sx ma mi è parso di capire leggendo i consulti su questo forum che non abbia nessuna relazione sulle d.erettili.Approfitto per chiedere un'altra informazione(ovviamente non solo al dott Pozza ma a tutti i medici che vorranno gentilmente intervenire):la mia stenosi del collo vescicale, oltre ai gia' noti problemi di minzione, se non operata cos'altro potrebbe comportarmi?Potrebbe favorire l'insorgere di ipertrofie o addirittura il tumore alla prostata?Ringrazio anticipatamente per le eventuali risposte fornitemi
[#6] dopo  
Utente 309XXX

Iscritto dal 2007
Gentilmente potreste rispondere al mio consulto?La mia stenosi del collo vescicale potrebbe,a lungo andare,favorire un tumore alla prostata?Rinrgrazio i medici per i loro preziosissimi consulti