Utente 240XXX
Salve , a mio padre hanno riscontrato una NEOPLASIA PAPILLARE POLMONARE LOBO INFERIORE DESTRO.
Lo staf medico ha dei dubbi se sia un ADENOMA o un CARCINOMA PAPILLARE; il TTF 1 è risultata positiva , confermando la primatività polmonare della neoplasia.
Chiedo cortesemente di capire la gravità della situazione e cosa consigliate fare.
Grazie della disponibilità.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Claudio Andreetti
40% attività
16% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Ovviamente non credo ci sia tempo da perdere. Se possibile l'asportazione chirurgica è l'unica valida alternativa.
Rimango a disposizione per eventuali.
Saluti.
[#2] dopo  
Utente 240XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la risposta veloce .
Siamo della provincia di Avellino dove sono stati eseguiti tutti gi esami in relazione al problema di mio padre consigliandoci un consulco con un chirurgo toracico.
Io mi sono rivolto e prenotato per lunedì prossimo una visita presso il Gemelli di Roma.
Ho trovato questo centro dopo una ricerca sui centri specializzati via internet, penso di aver scelto un buon centro. Ma gradirei un consiglio da voi su quale centro puntare, qualora c'è ne fosse un'altro migliore.(magari nella nostra zona)
Attendendo risposte celeri porgo i miei saluti.
[#3] dopo  
Dr. Claudio Andreetti
40% attività
16% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Come chirurgo toracico ti posso dire che il gemelli è un buon centro. conosco di persona il prof Granone primario della chirurgia toracica del gemelli. a napoli molto bravo è gaetano rocco del pascal. l'importante è essere rapidi. ovviamente se dopo (o prima) la visita con loro sentirai la necessità di un altra opinione puoi passare a trovarmi quando vuoi.
saluti.
[#4] dopo  
Utente 240XXX

Iscritto dal 2012
Salve Dr. Claudio Andreetti,
vorrei approfittare ancora della sua disponibilità.
Ieri mi sono recato al Gemelli per la visita di cui le ho parlato.
Tramite la TAC TOTAL BODY hanno anche evidenziato un pò di compressione sul polmone e un pò di infiammazione. Rifaranno di nuovo la Tac un pò + approfondita e la Broncoscopia e con questi + dettagliati risultati decideranno come intervenire.
Mi hanno già anticipato che faranno prima un trattamento con medicinali e poi sicuramate eseguiranno l'operazione.
La sensazione che ho percepito è di grande serietà e professionalità confrontando il tutto con il trattamento ricevuto all'ospedale di Avellino da dove è iniziato tutto l'iter.
Le chiedo , innanzitutto la sua impressione su quello che le ho scritto e poi se è possibile conoscere i tempi che percorrono dall'inizio del trattamento medico all'operazione e dismissione dall'ospedale.
Concludo ringraziandola del tempo che stà mettendo a mia disposizione.
Saluti.
[#5] dopo  
Dr. Claudio Andreetti
40% attività
16% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Gentile utente il Gemelli è un ottimo posto e come le ho detto conosco i colleghi. E proprio per questo che sinceramente non capisco la loro presa di posizione nel non voler intervenire subito chirurgicamente e rimuovere il male ma aspettare dell'altro tempo. Ovviamente non avendo visto la TAC non posso darle una risposta in merito e fare luce sulla questione. Hanno forse qualche dubbio in merito alla diagnosi?non pensano si tratti di un tumore?le hanno già dato tempi e modi per eseguire i nuovi esami?
saluti
[#6] dopo  
Utente 240XXX

Iscritto dal 2012
Salve Dottore, in riferimento al consulto precedente, mio padre è stato operato al Gemelli dal dott. Granone; gli hanno asportato quasi un intero lobo e confermato il buon esito dell'operazione. Nel frattempo ( su richiesta del oncoloco) ha eseguito 3 cicli di chemio. Mio padre da dopo l'operazione ha sempre avvertito un forte affanno anche nel salire poche scale al che , su consiglio del medico di famiglia, è stato ricoverato nell'ospedale della mia zona con diagnosi di LIEVE VERSAMENTO PLEURICO.
Gli hanno eseguito una tac da cui si evince quando segue:
INDAGINE ESEGUITA PRIMA E DOPO SOMMINISTRAZIONE DI MDC(ULTRAVIST 370).
IN ESITI DI LOBECTOMIA POLMONARE INFERIORE A DX RESIDUA A TALE LATO VERSAMENTO PLEURICO E A DISPOSIZIONE APICO-PARIETO-BASALE CON SPESSORE MAX PERICENTIMETRO ALL'APICE ED IN BASALE DI 4CM, SI ASSOCIA DISVENTILAZIONE SOVRADIAFRAMMATICA.
A LIVELLO DELLA LOGGIA DI BARETY SI APPREZZA UNA FORMAZIONE IPODENSA CON DIAMETRI SUL PIANO ASSALE DI 2X4.5 CM , RIFERIBILE A TESSUTO NEOFORMATO.
NON LESIONI PLUERO-PARENCHIMALI SINISTRA .PERVI I PRINCIPALI RAMI BRONCHIALI.
PEDUNCOLO VASCOLARE NEI LIMITI.
Da profano nel campo a me sembra di capire che si è riformato il tumore, gentilmente mi protrebbe delucidare in tal senso?
Mio padre è stato operato a metà luglio 2012 e a settembre ha iniziato subito la chemio, nel frattempo stiamo in attesa di effettuare una tac pet e ritornare al Gemelli come da protocollo e anche in virtù di questa diagnosi appena fatta.
Gentile Dott. Andreetti in attesa di una vostra celere risposta la ringrazio della sua disponibilità.
[#7] dopo  
Dr. Claudio Andreetti
40% attività
16% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Del versamento non mi preoccuperei. La lesione nella loggia di Barety è sicuramente un linfonodo non asportato. Sarà utile fare una PET e a questo punto decidere si fare una radioterapia mirata o l'asportazione chirurgica mininvasiva del linfonodo.
[#8] dopo  
Utente 240XXX

Iscritto dal 2012
Gentile Dott. Andreetti leggendo la cartella clinica rilasciata dal Gemelli leggo quando segue:
DESCRIZIONE MICROSCOPICA
A) LA NEOPLASIA MOSTRARESCITA GHIANDOLARE E TALORA MICROPAPILLARE.LE CELLULE NEOPLASTICHE MOSTRANO POSITIVITA' PER CK7. IN PERIFERIA SI OSSERVANO QUADRI DI CRESCITA LEPIDICA . LA PLEURA VISCERALE APPARE RAGGIUNTA E RETRATTA DALLA NEOPLASIA SENZA APPARENTE RETRAZIONE. INDENNE IL MARGINE BRONCHIALE E TRE LINFONODI REPERITI IN SEDE ILARE.
B) DUE LINFONODI INDENNI DA METASTASI.
C) TRE LINFONODI INDENNI DA METASTASI.
D) DUE LINFONODI INDENNI DA METASTASI.
E) TRE LINFONODI INDENNI DA METASTASI.

In funzione di ciò non riesco a capire la formazione di questa massa visto che i linfonodi sono stati esaminati e non presentavano metastasi.
Lei che pensa di tutto questo visto che si trattava di CALCINOMA PAILLARE DI BASSO GRADO A PRIMITIVITA'POLMONARE.
Grazie.

[#9] dopo  
Dr. Claudio Andreetti
40% attività
16% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Non è una massa è un linfonodo non asportato: vicino al polmone ci sono vari linfonodi tra i quali quelli della loggia di Barety che devono sempre essere asportati...il suo referto non specifica di quali linfonodi si tratta.
[#10] dopo  
Utente 240XXX

Iscritto dal 2012
Salve Dott. Andreetti, approfittando della sua disponibilità, le volevo dire abbiamo fatto una tac pet che sembra smentire il risultato della tac.
Dal referto risulta:

LE IMMAGINI TOTAL-BODY RICORUITE IN 3 PIANI ORTOGONLI NON HANNO EVIDENZIATO ,NEI LIMITI DI RISOLUZIONE DELLA METODICA (<5MM) , AREE DI ACCUMULO PATOLOGICO DEL RADIOFARMACO, RIFERIBILI A LESIONI ETEROPROLIFERATIVE.

CONCLUSIONI: IL QUADRO PET NON MOSTRA AREE AD ELEVATO METABOLISMO GLICIDICO, DA RIFERIRE A TESSUTO ETEROPLASTICO.


Mi può delucidare in tal senso?
Grazie.
[#11] dopo  
Dr. Claudio Andreetti
40% attività
16% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Tagliamo la testa al toro e facciamo vedere TC e PET al chirurgo toracico. Contattate il responsabile e fate vedere le immagini direttamente. Va fatta luce rapidamente.
saluti