Utente 221XXX
Salve dottori, vorrei farvi una domanda. Premetto che ho una paura smisurata di assumere medicinali perchè ho visto mia madre avere uno shock anafilattico molti anni fa,da allora sono rimasta traumatizzata e quando devo assumere con la forza un medicinale,mi reco fuori all'ospedale x essere più tranquilla. Pochi mesi fa ho assunto x 6 giorni eritromicina da 1 grammo mattina e sera,ora a causa di un batterio dovrei riprenderlo ma ho paura di essermi sensibilizzata, è possibile che lo sia anche se sono passati solo 3 mesi? ps:quando ho assunto questo antibiotico mi veniva la nausea e dolore allo stomaco.....Grazie mille per la risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
non c'è motivo di ritenere che debba essersi sensibilizzata all'eritromicina, si tratta di un evento particolarmente improbabile (seppur possibile, con lo stesso rischio di ogni altra persona). I disturbi gastrici fanno parte degli effetti secondari prevedibili dell'antibiotico.
Saluti,
[#2] dopo  
Dr. Nicola Verna
44% attività
0% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
I suoi timori per una avvenuta sensibilizzazione all'eritromicina non appaiono giustificati seppur comprensibili a causa della sua storia familiare. Gli antibiotici della classe dei macrolidi, di cui fa parte l'eritromicina, hanno una bassa incidenza di reazioni da ipersensibilità. I sintomi che riferisce (nausea e dolore allo stomaco) sono compatibili con gli effetti collaterali piuttosto che con reazioni da ipersensibilità.
Cordiali saluti,