Utente 223XXX
Gentile Dottore

Le ho risposto alla Sua risposta del mio consulto precedente e la ringrazio del Suo intervento: Lei è davvero un cavaliere dell' andrologia.

Questa mattina mi è capitata una cosa stranissima:
Mi sono svegliato col pene eretto e mentre tentavo di masturbarmi per provare di nuovo la mia scarsa capacità erettile la grossa vena che "scorre" sul lato destro del pene e avente come un grosso rigonfiamento (bubbonico) e percorso irregolare, era molto più espansa delle altre volte, forse perche in questi giorni lo ho stimolato troppo.
Dalla pelle si intravede il colorito verde-blu, quasi violaceo e spesso ho una lieve sensazione di dolore in quel lato.

Mi sono recato al pc e ho letto che un eccessivo deflusso dalle vene dorsali può essere alla base della fuga venosa.

Anni fa questa vena era visibile, ma non così: adesso ha le dimensioni di una penna biro, rotonda e piuttosto dura sembra come fuori dall' organo, cioè nell' immediato sottopelle.


Mi può dire se è un segno normale o meno?

GRAZIE
DISTINTI SALUTI

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

la vena o le vene che si rendono evidenti in occasione di erezioni non sono le vene dorsali profonde ( che drenano il sangue dai corpi cavernosi) e che sono assolutamente invisibili dall'esterno mentre sono, quasi sicuramente, vene dorsali superficiali che decorrono nell'immedito sottocutaneo e quindi visibili e che drenano il sangue venoso che defluisce dal glande, rendendosi particolarmente evidenti in fase di eccitazione ed erezione.
Cari saluti
[#2] dopo  


dal 2012
Quindi questa vena magari un po dilatata, non ha niente a che vedere con il quadro di impotenza.

Mi ha visitato il medico di famiglia ieri causa influenza che non vuol passare prescrivendomi antibiotici, ma nulla di grave.
Visitandomi mi ha tastato con le dita premendomi dietro le orecchie, al collo e poi mi ha fatto la prova del martello nelle ginocchia (non so come si chiama), per vedere i riflessi.
Ha detto che non mi ha fatto una vera visita neurologica, non essendo specializzato, ma ha rilevato una forte tensione muscolare e ho i muscoli contratti, per un quadro di stress nervoso dovuto a cause lavorative.

Mi ha prescritto un preparato a base di Passiflora in gocce, da assumerne 5 mattina e 20 mezz'ora prima del riposo notturno.
Ha controindicazioni se di tanto in tanto assumo viagra generico da 25 mg?, per il momento mi aiuta ad avere erezioni e quindi di eiaculare.

Poi visto che ad una ecografia addominale è risultata la prostata ingrossata, adesso mi ha prescritto anche la transrettale poiche nell' esame dello sperma cera una carica insufficiente di batteri (eschericia coli) per parlare di infezione.

Ho una tremenda paura che la transrettale mi provochi dolore o sanguinamenti.

GRAZIE
DISTINTI SALUTI

[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

mi sembra che il suo medico , con la massima onestà, la abbia valutata bene e le abbia dato opportuni consigli terapeutici.
Circa il fenomeno erettile dovrebbe, caso mai, precisare meglio gli aspetti vascolari magari con un ecocolorfoppler dinamico.
Cari saluti