Utente 545XXX
Gentili dottori: mi reco a voi cercando risposta per un disturbo che si è manifestato più di 4 anni fa, ma che in ogni caso non mi è stato ancora diagnosticato, la formazione di bolle piene di sangue in bocca e gola, per consiglio del mio medico di famiglia e dopo di essermi stato diagnosticata una malattia di reflusso gastroesofageo ( prendo limpidex 30 ogni giorno ) ho consultato con diversi dermatologi, per il problema delle bolle, mi sono stati fatti esami sanguini ( anti skin e altri ) che risultarono negativi , perfino un prelievo di pelle sana per fare uno studio per penfigo , il cui anche è risultato negativo , il problema è che le bolle compaiono a seguito di una intensa fitta dolorosa , a volte sono piccole ma le ultime sono veramente grandi ( 1 o 2 cm di diametro) e in gola palato lingua, faringe e ugola , provocando non solo fastidio , ansia altro che intenso dolore.
Questi episodi si manifestano più spesso in epoca autunnale e invernale, diminuendo e perfino sparendo in estate il problema consiste anche , dopo la comparsa le bolle scoppiano e non arrivo in tempo per farli vedere e analizzare; la mia domanda è : può essere possibile causa tutti i medicinali che prendo ?, ho un prolactinoma per cui prendo cabergolina 0;5 una volta a settimana ( da 7 anni)
Soffro d’ipotiroidismo, prendo Eutirox 75 mg, e per il reflusso come ho fatto menzione prima, prendo lasopranzolo 30 mg. a proposito lo dovrei prendere per tutta la vita? .
Ho compiuto 40 anni, e da 5 sento che ogni anno subisco un problema nuovo a cui nessuno può dare una risposta certa. Gradirei veramente il vostro parer e qualche consiglio al rispetto. Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Gentile Utente, utile escludere tra le malattie bollose del cavo orale oltre il Pemfigo anche il Pemfigoide,alcuni casi di Stevens-Johnson con coinvolgimento della sola mucosa orale,gli eritemi fissi da farmaci,l'angina bollosa emorragica(eziologia ignota, anche se si pensa possa essere tirato in ballo l'abuso di spray orali contenenti cortisonici).Pertanto si ridetermini con il Dermatologo facendo presente anche a lui i vari farmaci che assume.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 545XXX

Iscritto dal 2008
Ringrazio la immediatezza della sua risposta ,a prescindere della mia pessima grammatica , ha capito il problema , ma i dermatologi e il medico di famiglia sono al corrente di tutti quanti i farmaci che assumo ; adesso che lei ha fatto referenza a queste malattie , parlerò più approfonditamente con il dermatologo.
vorrei anche chiedere si è possibile indicarmi dove posso fare altri accertamenti nel Lazio .
Distinti saluti , e grazie !
[#3] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Penso proprio che a Roma non avrà difficoltà a trovare strutture, anche pubbliche, attraverso le quali effetture gli accertamenti, se richiesti,naturalmente dopo visita.
Saluti
[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Da viterbo a roma, troverà specialisti dermatologi in grado di affrontare il suo problema: concordo con la necessità di dover escludere in primis le malattie bollose, con particolare attenzione rivolta verso il "PEMFIGO".

ad ogni modo non ingeneri ansie immotivate, poichè stiamo parlando solo di ipotesi teoriche e foriere di molti errori ch la sede telematica causa.

cari saluti