Utente 380XXX
Gentile Dottore,
sono reduce dalla mia 5a stimolazione da FIVET e questo è il mio 8° transfer . Oggi sono al 3° giorno post transfer di 2 embrioni trasferiti in 3° giornata.
Nella mia storia non ci sono cause apparenti di infertilità ( coppia sine causa) ma ho alle spalle un aborto all’8° settimana e due gravidanze biochimiche sempre conseguite da FIVET.
I miei esami poliabortivi vanno bene e anche la mia tiroide.
Ma il mio ginecologo mi ha precritto in via precauzionale una terapia di sostegno che prevede:
fertifol
clexane 2000 iu
proginova 2 mg
prontogest 1/2 fiala ( poi crinone gel 8%)
deltacortene 25 mg.

Il mio dubbio è relativo al dosaggio del deltacortene che mi sembra una dose molto alta. Mi è anche venuto il dubbio di aver capito male io il dosaggio o di un errore di forma nella ricetta… Per esperienze ho sempre sentito di 5mg al massimo 10mg al giorno!
Lo assumo comunque regolarmente da 4 giorni e mi provoca agitazione e tremori.
Purtroppo non riesco a mettermi in contatto con il mio ginecologo ( sono 3 giorni che non mi risponde al telefono).
Ritiene che possa nuocermi una dose così alta? Eventualmente volendo abbassare il dosaggio ( visto che non posso interroprere l’assunzione del cortisone improvvisamente) in che modalità mi consiglia di farlo?

La ringrazio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr.ssa Manuela Steffè
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2010
25mg al giorno non le nuoce, anche se spesso può causare i disagi che lei riferisce.
Per ogni eventuale conferma o variazione del dosaggio è bene che ne discuta con il suo Ginecologo, appena riuscirà.

In bocca al lupo!