Utente 380XXX
Gentile Dottore,
sono reduce dalla mia 5a stimolazione da FIVET e questo è il mio 8° transfer . Oggi sono al 3° giorno post transfer di 2 embrioni trasferiti in 3° giornata.
Nella mia storia non ci sono cause apparenti di infertilità ( coppia sine causa) ma ho alle spalle un aborto all’8° settimana e due gravidanze biochimiche sempre conseguite da FIVET.
I miei esami poliabortivi vanno bene e anche la mia tiroide.
Ma il mio ginecologo mi ha precritto in via precauzionale una terapia di sostegno che prevede:
fertifol
clexane 2000 iu
proginova 2 mg
prontogest 1/2 fiala ( poi crinone gel 8%)
deltacortene 25 mg.

Il mio dubbio è relativo al dosaggio del deltacortene che mi sembra una dose molto alta. Mi è anche venuto il dubbio di aver capito male io il dosaggio o di un errore di forma nella ricetta… Per esperienze ho sempre sentito di 5mg al massimo 10mg al giorno!
Lo assumo comunque regolarmente da 4 giorni e mi provoca agitazione e tremori.
Purtroppo non riesco a mettermi in contatto con il mio ginecologo ( sono 3 giorni che non mi risponde al telefono).
Ritiene che possa nuocermi una dose così alta? Eventualmente volendo abbassare il dosaggio ( visto che non posso interroprere l’assunzione del cortisone improvvisamente) in che modalità mi consiglia di farlo?

La ringrazio

[#1] dopo  
Dr.ssa Manuela Steffè
24% attività +24
0% attualità +0
12% socialità +12
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2010
25mg al giorno non le nuoce, anche se spesso può causare i disagi che lei riferisce.
Per ogni eventuale conferma o variazione del dosaggio è bene che ne discuta con il suo Ginecologo, appena riuscirà.

In bocca al lupo!