Utente 767XXX
Buongiorno,
nel 2002 sono stato sottoposto ad intervento in laparoscopia per calcoli alla coliciste. ho avuto un decorso post operatorio piuttosto complicato da disturbi addominali (quali gonfiore, dolori basso addome, dolore stomaco etc.) molti dei quali si sono protratti per anni, mai trovata risoluzione hai vari problemi, nonstante le varie ricerche eseguite e visite specialistiche...il chirurgo mi è arrivato a dire che il mio problema era psicosomatico e per fortuna che ci onosciamo da una vita...ma questo è acqua passata e vengo al dunque...

negli ultimi 2 anni i dolori ed i disturbi da me lamentati erano copletamente scomparsi, grazie, penso, anche ad una buona e continuativa attività fisica che pratico da 2005. l'attività sportiva praticate sono 2...la prima è la Kik Boxe (non agonistica) che comporta sicuramente colpi, raramente violenti, all'addome anche se il colpo forte ci può stare in allenamento...la seconda è Beat It, ovvero Kik Boxe con i colpi scanditi in velocità al ritmo di musica, dove non c'è contatto fisico ma si lavora ha vuoto con frequenti e ripetuti movimenti di Braccia, Gambe (in simulazione dei colpi, pugni e calci) e torzioni/piegamenti del busto (in simulazione di schivata di colpi) e si genera una sorta di coreografia.

ciò premesso, come dicevo, da 2 anni non avevo più dolori e disturbi di vario genere all'addome, fino al giorno 16/02/2012 quando, mentre ero al lavoro in ufficio, ho iniziato a sentirmi GONFIO con un dolore ACUTO poco sopra dell'ombelico in prossimità della cicatrice post operatoria e toccando la zona con movimento tipo massaggio, mi sono reso conto che avevo tra i muscoli addominali dx-sx un piccola zona rigida e tondeggiante come un bottone, non visibile ne in piedi ne sdraiato nemmeno nell'atto di alsarsi da sdraiato. inizialmente era percebile al tatto sia in piedi che sdraiato ma sempre al disotto delle fasce muscolari. Oggi, il dolore è completamente passato (durato al massimo 36ore), il senso di gonfiore addominale è diminuto in modo significativo, e l'ernia NON è più percepibile al tatto in posizione sdraiato ma lo è ancora in posizione in piedi...se eseguo esercizi tipo addominali...NON è percepibile al tatto e NON sento alcun dolore.

il 15/02 sera mi sono allenato ed ho fatto combattimento, non ho sentito ne dolori ne riscontrato disagi addominali, la mattina del 16/02 mi sentivo in perfetta forma, il pomeriggio del 16/02 si è verificato il problema (NO Allenamento, NO Sforzi).

il medico di base mi dice che per il momento non è da operare...?
essendomi operato alla coliciste 10 anni fà, è possibile che questa patologia sia riconducibile ad un punto saltato allora?

in considerazione del tipo di attività fisica svolta:
se non opero, posso continuare con l'allenamenti in tranquillità?
essendo patologia degenerativa, quali sono gli inconvenienti?
è opportuno operarala?

ci terrei a riuscire ancora ad allenarmi nelle migliori condizioni fisiche possibili.

Grazie!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
E' possibile che vi sia un laparicele (ovvero un'ernia) nel sito della cicatrice ombelicale.Se non crea problemi può procrastinare l'intervento.Gli sforzi addominali però potrebbero ampliare l'ernia( ammesso che di quello si tratti).Il consiglio è di sentire il parere del chirurgo.
[#2] dopo  


dal 2013
Mi scusi di cos'altro si può trattare?
[#3] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
solo una visita può chiarire il problema.l'ipotesi più probabile è il cedimento della sede chirurgica di ingresso del trocar(il tubo inserito nell'ombelico).