Utente 222XXX
Io non so se questo può essere la causa, ma il giorno dopo aver usato il bagno dell'ospedale più volte (avevo accompagnato un amico scivolato sul ghiaccio e siamo stati 12 ore circa), in cui sono anche venuto accidentalemente a contatto con l'acqua e ho toccato il glande con le mani sporche mi sono trovato il glande tutto arrossato e a volte secerne una gocciolina appiccicosa.
Il mio medico mi ha dato 5 giorni di Levofloxacina mentre in farmacia mi hanno consigliato anche il danzen quando sono andato(ma ne ho presa solo una al giorno la sera, al posto di 3 al giorno), ma non è cambiato nulla.
Ho poi notato che 2 vene sono diventate rosso scuro al posto del classico verde acqua, ma io non le avevo mai avute così e il cambiamento è stato repentino.inoltre da esse si dipartono come piccoli capillari che sembrano rotti, un po' a tela di ragno con delle chiazze più spiaccicate, appunto come se fossero rotte.sono sicuro al 100% che non sono mai state così.e sembra che il sangue sia un po' stagnante, insomma che non circoli bene,
e dietro al glande, vicino al frenulo, si nota un piccolo rigonfiamento, sempre color violaceo.
Il sangue venoso non dovrebbe essere verde??
Inoltre la vena a sinitra che sera quasi invisibile a riposo ora è molto evidente.

Fin qui non sarei molto spaventato, sarei andato dal medico di famiglia e poi eventualmente da urologo/andrologo/dermatologo, per vedere cosa fosse.

Il problema è che da quando ho questi disturbi l'erezione non è più potente come prima, faccio fatica a raggiungerla, e a volte la perdo, anche se alla fine riesco ad arrivare all'orgasmo.E ho anche l'impressione che il pene si svuoti più lentamente.In erezione una delle 2 vene si riavvicina molto al colorito usuale, l'altra rimase più scura(un risultato simile lo ottengo con acqua calda)...

non ho particolari dolori e bruciori nè in erezione nè a risposo, forse un pochino a livello della vena più scura, ma impercettibile.

Vi volevo chiedere se l'antibiotico o l'assunzione sbagliate del danzen può aver causato queste vene rotte, se l'infiammazione del glande può anche essersi estesa alla vene, se dietro questi problemi ci può essere qualcosa di serio, se è consigliabile astenersi da ogni attività sessuale e se, in caso di tempi lunghi per la prenotazione di visita specialistica, mi convine una visita privata rapida, insomma se il problema può peggiorare rapidamente con il tempo col tempo ad esempio può mancare il sangue, e se di solito si risolvono questi problemi.

La cosa più importante che vorrei capire sono le possibili cause di un cambio così repentino della colorazione delle vene da verde acqua a rosso tendente al nero.

Inoltre volevo chiedervi se queste vene in teoria centrano con l'erezione, sono quelle presenti sulla pelle che ricopre il pene (in superficie, non quelle sotto, insomma quelle che si muovono con la pelle), io sapeve che le arterie portavano il sangue, ma anche queste vene hanno funzioni?

Se potete risp. presto, sono preoccupato.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

si tranquillizzi, è abbastanza normale vederselo arrossato quando c'è un'infiammazione esiste edema con rossore e vasodilatazione dei vasi circostanti. Si faccia consigliare dal medico un buon detergente con proprietà disinfettanti e vedrà che tutto tornerà normale.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 222XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la risposta repentina, ma queste cose possono portare anche ai disturbi di erezione che ho in questo momento?

L'edema è compatibile anche con i vasi diventati rossi e con i vari capillari rotti?

è in questi casi è possibile anche che si vedano le vene sul glande?

Sarà necessario anche fare analisi, e quanto tempo più o meno serve per normalizzare il tutto?

cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Certo, una balanite può ridurre l'erezione, mentre per la seconda e terza domanda la risposta è sì, per l'ultima domanda tutto dipenderà dall'esito della terapia usata. Se persistessero gli stessi sintomi alla fine della terapia, ci contatti per aggiornamenti.

Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 222XXX

Iscritto dal 2011
la ringrazio, dato che aspetto di vedere il mio medico chiedo altre cose se posso.

oggi la trama dei capillari rotti si è infittita e sembra che la zona testicolare sia un po' più scura, ho notato gonfiore in 2 punti delle vene dalla colorazione normali, ma un evento del genere può anche essere causa di fratture o microfratture o non centra nulla ? avverto un po' di dolore alla base, che mi sembra anche un po' ristretta e sembra che abbia cambiato leggermente curvatura.

questo stato può anche dipendere da eventi traumatici nei rapporti sessuali?nei giorni precedenti ne ho avuti di molto intensi.

io da piccolo ho subito un intervento per chiudere un canale che mi faceva scendere l'intestiono nel testicolo sx, questo può influire ?

poi volevo chiedere se è normale che sottopelle, inosomma sul muscolo, si possando vedere delle formazioni simili ad avvallamenti, che stanno ferme scorrendoci la pelle sopra.

saluti, sono un po' spaventato e l'attesa non aiuta.
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

l'intensa attività sex può portare alle irritazioni che lei ci racconta. Le fratture o microfratture non centrano nulla e nemmeno l'intervento di ernia inguinale sn. subita da piccolo. Ripeto usi un buon detergente con proprietà disinfettanti al mattino e alla sera e vedrà che tutto si risolverà velocemente.

Cordialità
[#6] dopo  
Utente 222XXX

Iscritto dal 2011
ok, devo far notare quelle specie di rilievi sottopelle (non sono duri) o lascio perdere?

per quanto riguarda l'attività sex. meglio astenersi in questi giorni?può velocizzare la guarigione?
[#7] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007

per i rilievi lasci perdere mentre per i rapporti faccia qualche giorno di astinenza e vedrà che recupererà velocemente.

Cordiali saluti
[#8] dopo  
Utente 222XXX

Iscritto dal 2011
ok, ho contattato il mio medico e c'è solo lunedì quindi le chiedo un'ultima cosa, lascio perdere anche il gonfiore viola scuro vicino al frenulo?

ed è normale che lo scroto in questi giorni sia molto ritratto, quasi da non riuscire a distinguere i testicoli? è lo spavento e il freddo o può essere altro?
[#9] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Ripeto quello già detto " usi un buon detergente con proprietà disinfettanti al mattino e alla sera e vedrà che tutto si risolverà velocemente".


Cordiali saluti