Utente 174XXX
Salve, volevo richiedere questo consulto perchè sono preoccupato per dei sintomi che avverte mio padre recentemente.
Settimana scorsa si lamentava perchè annunciava: tosse grassa, starnuti e naso chiuso; parlandoci mi ha inoltre raccontato che ha sempre avuto un pò il naso chiuso in questi ultimi mesi, ma che in quella settimana sentiva essersi intesificato quel senso di ostruzione; che secondo lui poteva essere provocato da qualcosa a che vedere con la farina (Perchè lavora come pizzaiolo di sera fino a notte da svariati anni); Dandogli il mio parere, dicendo che secondo me era un normale raffreddore, non c'ho più dato peso.
Arrivati a fine settimana, dopo il lavoro, una notte che si era addormentato sul divano, viene in camera mia preoccupato dicendomi che si sente quasi soffocare, continuando a tossire a intervalli di un minuto; dicendo che quell'opressione lli è venuta dopo aver nebulizzato la gola con "Boroccilina". Quella notte li ho consigliato di andare al pronto socorso se non si sentiva bene, ma lui è stato in piedi tutta la notte in preda ad un leggero attacco d'ansia.
Questo lunedì si è recato dal medico di base che lo ha visitato e ha prescritto degli antibiotici, dicendo che i linfondi erano leggermente ingrossati, ma di pochissimo (purtroppo non ho idea di quale sia stata la diagniosi).
Sta notte/mattina vi scrivo perchè ho sentito che la tosse è diventata secca, il naso è sempre più tappato, e dopo essersi alzato dal divano sta notte per andare verso la camera da letto si è accorto di aver evacuato senza accorgersene (feci "liquide"), lui si sta preoccupando sempre di più, e anch'io. Ha dato la causa delle defecazione agli antibiotici, ma io non sono sicuro.
Ringraziandovi dell'attenzione volevo richiedervi un vostro parere, ovviamente non pretendo una diagniosi a distanza, ma un vostro stimato giudizio su questi sintomi; se avete ulteriori domande sui sintomi o altro non esitate.
(vi lascio dei dati generali su mio padre: età:45 anni - peso: 110/115 Kg - altezza:180cm)
Grazie ancora,
cordialmente
[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,
sarebbe opportuno escludere un'eventuale allergia alla farina (i sintomi riferiti lo fanno ben pensare). La perdita di feci liquide potrebbe essere la conseguenza dell'antibioticoterapia.
E' giusto, per le due situazioni, informare il Curate.
Cordiali saluti.