Utente 241XXX
Salve a tutti Voi, scrivo per avere informazioni sulla ectasia aortica di mio padre ( 59 anni, 95kg per circa 177cm di altezza ) iperteso in cura con norvasc. In seguito ad un ecocardiogramma di controllo, è stata riscontrata una piccola cisti che successivamente si è capito essere un nodulo di origine fibrosa al polmone sinistro, niente di preoccupante secondo lo pneumogo. La tac con contrasto che ha evidenzato il nodulo, ha messo in evidenza una ectasia aortica di 4cm. Oltre a dimagrire, seguire un nuovo regime alimentare e fare attività fisica regolare, quali sono i consigli di Voi esperti per tenere sotto controllo la ectasia? Quanto devo preoccuparmi? Grazie mille per le risposte.

Cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
in base ai dati riportati, il diametro aortico di suo padre può considerarsi ancora ai limiti alti della norma, e la sua progressiva ed eventuale dilatazione dipenderà molto anche dai valori pressori. Il consiglio pertanto è effettivamente un congruo calo di peso, il mantenimento di efficienti valori pressori e l'esecuzione di un ecocardiogramma a distanza di almeno due anni.
Saluti
[#2] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Tale valore va controllato nel tempo, mediante ecocardio e TC seriate. E' importante che il paziente abbia valori pressori non superiori a 12575 mmHg e che riduca il peso coroporeo.
Arrivederci
cecchini
www.cecchinicuore.org