Utente 241XXX
Salve,
è da venerdì scorso che avverto dei dolori all'altezza del diaframma, questo dolore si irradia poi verso la cassa toracica.
Giovedì e venerdì c'era sole ma aria, e una sera di queste ero a casa con la canottiera umidiccia ma sono andato a letto senza cambiami facendomi asciugare il sudore addosso.
Sabato invece ho eseguito dei lavori pesanti che mi portava ad alzare pesi ed abbassarmi (solitamente non eseguo lavori pesanti)
Il fatto strano, è che durante il giorno non avverto questo dolore, o comunque un fastidio queasi impercettibile, è la notte che dopo alcune ore che sono coricato, mi sveglio con questo dolore fortissimo, che mi fa respirare a fatica perchè la dilatazione dei polmoni mi provoca dei dolori trafittivi, che mi costringe ad alzarmi e prendere l'Aulin e dopo un 20 minuti circa il dolore inizia ad andarsene.
Ho pensato fosse all'inizio un colpo d'aria insieme ad un'affaticamento visto che con l'aulin andava via, ma dopo 1 settimana ho pensato fosse uno stato ansiogeno che durante il sonno mi prendeva quella zona del corpo, ho provato a prendere del valium, non molte gocce, ma nulla. Solo con l'Aulin passa, o comunque al 90% perchè qualcosa comunque seppur in forma lieve, ma rimane.
La zona è quella del diaframma a salire, mai sotto nell'addome, ho provato durante questi dolori a premere lo stomaco e le zone periferiche ma non avevo dolori localizzati li.
E' davvero colpa di un colpo d'aria, il sudore asciugato addosso insieme ad un'affaticamento? Ma come si spiega il dolore solo la notte in posizionesdraiata?
Grazie delle vostre risposte.
[#1] dopo  
Dr. Armando Ponzi
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile paziente,
Il dolore da lei lamentato, notturno, che recede con l'uso di Aulin puo' essere legato ad un problema osteomuscolare: consulti il suo medico sull'opportunità di indagini radiologiche e visita specialistica.
Cordiali saluti