Utente 241XXX
Buongiorno,
il mio è più che altro un problema di coppia dato che il mio compagno soffre di avversione sessuale da diversi anni già prima che ci conoscessimo ein due anni di relazione abbiamo avuto forse 10 rapporti. E' inutile sottolineare quanto questa cosi mi pesi.

Ha 31 anni ed è obeso da parecchio. Sono riuscita a convincerlo a rivolgersi ad un andrologo e in seguito ai vari test non è risultata nessuna patologia o disfunzione ma solo che a causa del grasso la sua produzione di testosterone è più bassa del normale. La cosa che mi ha un po' stupito è che il medico non gli ha prescritto nessuna cura ormonale ma gli ha suggerito solo di perdere peso e di prendere il Cialis alla bisogna. Sono convinta però che abbia anche problemi di origine psicologia ma non so se legati a questa avversione sessuale o se l'avversione sia un sintomo...
Il mio compagno non ha ancora perso peso ma ha avuto un consulto con un dietologo pochi giorni fa e ovviamente farò di tutto per aiutarlo a tornare in forma. Vorrei però alcune informazioni su questa patologia e su come affrontare l'argomento anche con lui sia per supportarlo che per spronarlo.
Inoltre a chi mi posso rivolgere su Milano? Nuovamente ad un andrologo o ad un sessuologo?
Grazie in anticipo per la disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

la delicatezza dell'argomento e la imprevedibli dinamiche di coppia impongono una valutatazione sia sessuologica sia andrologica. Questo perchè il rilievo di ipo-testosteronemia merita ulteriori approfondimenti: se confermato, è prevedibile osservare svogliatezza sessuale e magari ridotte erezioni; aggiungo però che i farmaci per l'erezioni non funzionano se c'è scarso tenore di testosterone.

ci aggiorni.

cordialità
[#2] dopo  
Utente 241XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille dottore,
cercherò di prenotare una visita con lei al più presto e porterò le analisi già fatte.

[#3] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Signora,
Le dinamiche che abitano un disturbo come quello del suo fidanzato, non sono mai correlate ad un unico agente patogeno, come il grasso, ma spesso l' etiologia e' da analizzare e da trattare a piu' livelli , sia intrapsichici, che relazionali, che ovviamante ormonali.
Spesso diventa indispensabile una diagnosi differenziale, per comprendere se tale silenzio della sessualita' , sia da copertura di pregresse disfunzioni sessuali.

Le allego due miei articoli sull' argomento.
Saluti

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/261/Vagina-dentata-avversione-o-fobia-sessuale

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1460/Calo-del-desiderio-sessuale-assenza-di-piacere-e-di-dolore-che-fare