Utente 561XXX
Salve,
è da circa una decina di giorni che manifesto una sorta di bruciore anale localizzato nella parte più vicina ai testicoli.
Il dolore si presenta sopratutto se rimango seduto e tende a sparire se rimango per lunghi periodi in piedi. (premetto che per lavoro sono quasi sempre seduto).
La sensazione è di calore e quasi di dolore sordo, ma sopportabile anche se alla lunga molto fastidioso. La sensazione di calore sembra propagarsi nel corso della giornata verso i testicoli.
Avverto anche come una sensazione di gonfiore, come se dovessi andare al bagno. A proposito, aggiungo che espellendo le feci non provo alcun tipo di dolore.

In passato (mesi fa) mi era già capitata una cosa del genere (+ lieve), ma era durata pochi giorni e poi era sparita senza fare nulla.

Grazie dell'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente, la sintomatologia da lei descritta potrebbe essere causata sia da una prostatite ma anche da una proctite, le consiglio di rivolgersi ad un urologo, per verificare tale diagnosi ed attuare una terapia idonea.
cordiali saluti
Dott. Giuseppe Quarto
www.prevenzioneprostata.com
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caroo lettore,

anch'io penso che una visita urologica potrebbe chiarire se il problema sia addebitabile alla prostata o a problemi anali
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 561XXX

Iscritto dal 2008
Grazie ad entrambi per il consiglio.
[#4] dopo  
Utente 561XXX

Iscritto dal 2008
Aggiunta ai sintomi: oggi, palpando il bordo dell'ano, ho trovato una sorta di piccola escrescenza molle proprio in prossimità del punto di dolore, anche se la parte in se sembra assolutamente NON dolente.
Scusando la mia ignoranza in materia, non è che potrebbe trattarsi di emorroidi?

Nel caso invece si tratti di prostatite o proctite, quali tipi di terapia (a grandi linee) potrebbero essere messe in atto dall'urologo?
(p.s: scusate ancora la mia ignoranza in materia)

Grazie ancora per i consigli.
[#5] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
è solo la visita che può dirimere il dubbio
in caso di prostatiti bisogna vautare un eventuale causa batterica e quindi terapia specifica