Utente 297XXX
Gentili dottori,
Da quattro giorni mia madre sembra avere i sintomi di un'orticaria dovuta ad allergia da medicinali, come le è stato detto dal cardiologo e dal medico curante. In particolare le hanno detto che potrebbe trattarsi di un'allergia dovuta all'assunzione della cardioaspirina ed è stata invitata a sospenderne l'assunzione per 6-7 giorni.

I farmaci che assume da ormai quasi un anno sono:
Dilatrend, Torvast, Triatec, Cardioaspirin, Omeprazen.

Purtroppo oggi è venerdì e l'appuntamento con l'allergologo è stato fissato solo per lunedì e non riusciamo a rintracciare un cardilogo dell'ospedale in cui è stata ricoverata un anno fa in seguito ad un infarto (sindrome del tako tsubo).

Oggi pomeriggio mia mamma aveva la pressione 157/90 ed era molto nervosa ed irritabile (lo è da giorni a causa dell'orticaria).

Sono tre giorni che non assume cardioaspirin, e cinque giorni che prende formistin e bentelan. Nonostante questo, le "macchie" vanno e avverte prurito ad una sensazione di "calore"/"bollore" interno.

E' possibile che possa aver sviluppato un'allergia ai farmaci dopo averli assunti regolarmente per quasi un anno?
In un caso come questo, è utile contattare sia l'allergologo che il cardiologo?

Grazie per le eventuali risposte.
Cordiali saluti.
Luca
[#1] dopo  
Dr. Valerio Langella
40% attività
8% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Caro Luca, alla luce di quanto riferisce, il problema orticaria è da affrontare in relazione alla patologia cardica abbastanza importante della sua Mamma. Il wash out farmacologico della cardioaspirina è di circa 5 gg è per quella che è la sua profilassi cardiaca in linea generale si può dire che qualche giorno si può anche sospendere (anche se la valutazione deve essere fatta caso per caso!); dei farmaci che però ha elencato un presunto colpevole (se di reazione a medicamento si tratta) potrebbe essere il Triatec: tale farmaco, della categoria degli ace inibitori dopo circa 8 mesi dall'inizio dell'assunzione, in soggetti predisposti (dal 20 al 30%), causa proprio orticaria ed angioedema (gonfiore dei tessuti molli). Da un punto di vista internistico, l'uso di cortisonici e lo stato di " nervosismo " causato dall'orticaria può sicuramente contribuire all'aumento della pressione arteriosa (su cui la cardioaspirina no,n agisce). Direi cmq di attendere senz'altro un consulto allergologico/internistico per una valutaione globale e nel frattempo magari con il medico curante o cardiologo fare in modo di tenere sotto controllo la PA, che in una paziente come la mamma è forse una priorità.Non posso esserLe di ulteriore aiuto non sapendo poi i motivi della terapia (che cmq posso immaginare) e non conoscendo nello specifico il caso della sua Mamma.
[#2] dopo  
Utente 297XXX

Iscritto dal 2007
Grazie dottor Langella per la Sua risposta.