Utente 125XXX
Salve dottore, volevo chiederle un parere in quanto sono preoccupato per mio padre. Lui ha 46 anni e per due volte è stato sottoposto ad un intervento di angioplastica coronarica. Lui ha sempre fatto il camionista e non ha mai avuto tempo per lo sport o per gli svaghi, ha sempre fumato e circa quattro anni fa ha iniziato ad avvertire i sintomi dell'infarto quando faceva degli sforzi. I sintomi che accusava erano: sensazione di schiacciamento al petto, mancanza di fiato e forte fastidio al braccio sinistro. Dopo vari episodi è andato dal medico che gli ha fatto fare degli esami che una volta svolti hanno dato un esito positivo all'otturazione coronarica. Aveva l'arteria che porta il sangue al cuore otturata e subito l'hanno ricoverato e sottoposto all'intervento di angioplastica. Dopo pochissimo tempo il problema si è ripresentato e si è nuovamente sottoposto ad un altro identico intervento. Il cardiologo gli ha consigliato di fare sport e di smettere di fumare. Mio padre l'ha preso in parola, è diventato uno sportivo a tutti gli effetti, va in bici e corre a piedi regolarmente, ma non ha perso il vizio del fumo. L'altro giorno è andato a fare la visita medica sportiva in quanto si è iscritto ad una società ciclistica per fare delle gare, e nella carta da compilare prima della visita ha segnato che non fuma, che non ha svolto alcun tipo di visita cardiologica in precedenza e che non ha subito interventi. Tutto questo perchè è una persona estremamente orgogliosa e aveva paura che non gli dessero l'idoneità per fare le gare. L'esame è andato benissimo, i valori, stando a quello che ha detto il medico sportivo, sono perfetti, non ci sono anomalie nel battito cardiaco ne a riposo ne sotto sforzo, la pressione è perfetta a parte la minima leggermente alta (90), il respiro e il recupero nella norma. Volevo sapere, rischia qualcosa con quello che ha fatto a praticare sport a livello agonistico?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Non penso che con due angioplastiche coronariche abbiano dato l'idoneita' agonistica ad un paziente.
Se poi continua a fumare la percentuale di restenosi coronarica e' estremamente elevata.
Arrivederci
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 125XXX

Iscritto dal 2009
Gliel'hanno data in quanto lui non ha detto che aveva fatto l'intervento.
[#3] dopo  
Utente 125XXX

Iscritto dal 2009
Gliel'hanno data in quanto lui non ha detto che aveva fatto l'intervento.
[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Quindi ha commesso un falso in atto pubblico. Oltre che ad essere un reato e' una cosa estremamente pericolosa.
Glielo faccia presente.
Arrivederci
cecchini
www.cecchinicuore.org