Utente 241XXX
Buongiorno,
sono una ragazza di 23 anni scrivo nella speranza di capire quale sia il mio problema.
Avendo letto che i problemi visivi possono essere anche legati a problemi alla tiroide, premetto che soffro di ipertiroidismo da circa un anno e mezzo; ancora si sta cercando la dose adeguata di tiamazole e attualmente i valori sono i seguenti:
TSH 0.005 (0.450-3.500); FT3 8.8 (2.3-4.2); FT4 2.47 (0.75-1.75) ; ho dall occhio sx -2 di astigmatismo e -0.75 di miopia e dall occhio dx -1.75 di miopia e -0.50 di astigmatismo. Cerco di spiegare al meglio i miei sintomi nella speranza di capirne le cause: da qualche mese mi capita di vedere comparire nel campo visivo macchioline nere, non come le miodesopsie del quale sono affetta, ne compare sempre una sola (non so se la vedo da entrambi gli occhi o da uno solo) ed e nera intensa con contorni luminescenti, la vedo anche ad occhi chiusi, passa e sparisce nel giro di qualche secondo; è abbastanza piccola e non compare mai nello stesso punto, a volte è centrale, altre volte a dx altre a sx del campo visivo ecc. mi capita di vederla anche più volte al giorno mentre a volte non la vedo per settimane. Oltre a questo vedo, solo dall' occhio sx, una macchiolina piccolissima ma fastidiosa, è molto luminescente e dal colore indefinito, non la vedo quando tengo lo sguardo fisso o se guardo una superficie molto illuminata, ma soprattutto in penombra, tipo in casa, se passo da una zona ad un altra con diversa luminosità, appare chiara sulle superfici scure e scura sulle superfici chiare ma non la noto sempre, a volte pare che non ci sia. Ho effettuato una visita oculistica con fundus oculi in midriasi dove sono state riscontrate le miodesopsie ma niente di più. L oculista mi ha detto che è tutto in ordine e che probabilmente le macchie sono dovute a cali di zuccheri, il che mi pare strano considerando che con questo ipertiroidismo faccio spesso spuntini nel corso della giornata, inoltre non ho parlato della macchia luminescente perchè ancora non ci avevo fatto molto caso. Detto questo spero di essere stata esaustiva nell' esporre i miei sintomi e spero anche di ricevere risposta al più presto su cosa possa essere in quanto sono una persona molto ansiosa, soffro sporadicamente di attacchi d' ansia, e sono preoccupatissima di avere qualcosa di grave alla vista o a livello neurologico.
Grazie dell attenzione,
e in attesa di una vostra risposta vi porgo i miei più cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Carlo Orione
52% attività
12% attualità
20% socialità
NIZZA MONFERRATO (AT)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Cara Ragazza,
se la periferia retinica è indenne i suoi occhi non corrono grossi pericoli.
Non avendola visitata posso solo fare delle ipotesi:
problemi circolatori?
sbalzi di pressione arteriosa?
floater che si sposta?
tralcio di vitreo che effettua trazioni saltuarie sulla retina?

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 241XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille per la tempestiva risposta, su queste ipotesi posso solo dire che controllo periodicamente la pressione arteriosa non credo di avere problemi da quel punto di vista. L' unica cosa è che mi capita spesso di avere attacchi di tachicardia, sempre a causa della tiroide, intorno ai 130-150 bpm ma non so se questo possa in contemporanea causare un innalzamento della pressione arteriosa. La mia domanda è: avendo effettuato questo stesso mese una visita oculistica con esiti sopra descritti, posso stare tranquilla solo effettuando visite periodiche o mi devo preoccupare? Questi problemi possono essere dovuti anche a patologie, magari gravi, non inerenti strettamente alla vista o si possono circoscrivere ad essa?
[#3] dopo  
Dr. Carlo Orione
52% attività
12% attualità
20% socialità
NIZZA MONFERRATO (AT)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Dal punto di vista oculistico effetti periodici controlli, salvo peggioramento del sintomo; in tal caso visita urgente.
Per controlli dal punto di vista generale segua i consigli del suo medico di famiglia

Cordialmente