Utente 238XXX
Buonasera,
ho fatto uno spermiogramma con dei risultati non esaltanti; in particolare spermatozoi lenti, non bellissimi, eccesso di fruttosio e basso acido citrico. visitato dall'andrologo mi è stato detto che i valori fuori norma sono stati forse causati da un'infezione....arginina per 3 mesi, ecocolordoppler scrotale e ci si da appuntamento al prossimo spermio.
Dopo pochi giorni di assunzione di arginina comincio a sentire un leggero fastidio, un prurito costante avvertito principalmente da seduto, ad entrambi i testicoli che aumenta col passare dei giorni il tutto accompagnato da saltuari giramenti di testa. Avviso l'andrologo che mi dice di sospendere l'assunzione di ariginina, anticipare l'ecocolordoppler e farmi vivo con l'esame.
Passa un giorno il fastidio aumenta, si estende alla vescica e alla punta del pene, contatto il medico di famiglia che mi prescrive una cura di antibiotico per le vie urinarie.
Dopo 3 giorni il fastidio è quasi passato.

La mia domanda è la seguente: non avendo MAI sofferto in passato di un fastidio del genere, il manifestarsi del fastidio proprio in concomitanza con l'assunzione di arginina è davvero una coincidenza strana. può l'arginina facilitare l'insorgere di un'infezione? i valori sballati dello spermio possono derivare da questo? quando riprendere eventualmente l'assunzione di arginina? e quanto aspettare per il prossimo spermiogramma?

ringrazio anticipatamente chiunque preserà attenzione al post

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

l'arginina non può causare il fastidio scrotale nè tantomeno l'infezione delle vie urinarie.
altrimenti saremmo costretti a prescrivere arginina e antibiotici insieme...!!!!

non è escluso che sia emersa quindi un'infezione che prima era solo latente.


l'arginina può riprenderla dopo la cura antibiotica.....e di solito ogni integratore seminale farà vedere segni di sè dopo un ciclo cellulare completo di 72 giorni....

però per rigore metodologico, ritengo giusto valutare con l'andrologo che la segue la tempistica.

cordialità
[#2] dopo  
Utente 238XXX

Iscritto dal 2012
Gentile Professore,

innanzitutto la ringrazio per la risposta chiara e veloce.

Mentre mi è chiaro che il fastidio avvertito non possa essere direttamente imputato all'arginina, non mi è chiaro invece se l'arginina possa avere in qualche modo facilitato l'infezione; mi spiego meglio: ho letto che l'arginina può riattivare alcuni ceppi virali come l'herpes, potrebbe quindi aver favorito anche lo svilupparsi della mia infezione che magari si sarebbe potuta sviluppare più avanti? Qualora fosse così, una spermiocoltura prima dell'assunzione dell'arginina avrebbe potuto evitare l'infezione?

I valori fuori norma dello spermiogramma (fruttosio alto, acido citrico basso, scarsa motilità e spermatozoi morfologicamente non bellissimi) possono essere eventualmente attribuiti all'infezione che si stava per scatenare?

grazie ancora della disponibilità




[#3] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

di tutti i pazienti che assumono arginina anche a dosaggi pià elevati non ha mai osservato infezioni riattiviate o mal responsive agli antibiotici.


intanto la spermiocoltura non avrebbe evitato l'infezione ma avrebbe fatto emergere la presenza di germi....il che però non significa assolutamente la presenza di infezione.....

ogni esame deve sempre essere inquadrato nel contesto del paziente.

gli ultimi dati riportati non sono specifici di infezione...cioè non sono indicativi di infezione.

cordialità