Utente 191XXX
Buonasera,
mio padre 73 anni ha fatto degli esami del sangue e delle urine di controllo. I valori sono risultati tutti buoni, tranne che per un livello un po' sopra la norma di acido urico, 10. Il medico di base gli ha quindi prescritto un farmaco e una dieta. In più gli ha richiesto una ecografia addominale.
Il referto dice:
"I reni sono nei limiti normali per sede, morfologia, ecostruttura e dimensioni; normale il rapporto cortico-midollare; non evidenti grossolani calcoli nè dilatazioni delle vie urinarie.
Al polo sup del rene sx immagine anecogena rotondeggiante di 17 x 12.8 mm con evidente sinforzo acustico posteriore riferibile e in primissima ipotesi a possibile formazione cistica corticale a deciso sviluppo esofitico.
A dx almeno 3 verosimili formazioni cistiche: polo inf e III sup cisti corticali esofitiche rispettivamente di 55 x 48 mm e 18 x 13 mm; III medio verosimile cisti parapeilica di 13.4 x 14.5 mm.
La vescica ha pareti regolari e contenuto omogeneo La prostata risulta di dimensioni aumentate (54 x 41 x 48 mm, Vol 56 ml) ed impronta il pav. vescicale.
Collateralmente: steatosi epatica con aree di risparmio: tra queste si segnala un'immagine ipoecogena ben rotondeggiante e ben ecodelimitabile localizzata anteriormente al tronco portale: 11.8 x 8 mm: area di risparmio, altro? (Utile, se ritenuto clinicamente indicato, studio con altra metodica strumentale)."
Mio padre si è molto spaventato e io anche. Cosa vogliono significare tutte queste immagini ai reni e, sopratutto, al fegato? Mi preoccupa quel "altro?" scritto nel referto. Ci sono probabilità che sia qualcosa di grave? Cosa suggerite come ulteriori indagini?
Grazie fin d'ora per la vostra risposta.
[#1] dopo  
Dr.ssa Provvidenza Fodale
24% attività
0% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Gentile Signore, la descrizione che è stata fatta per le lesioni a livello renale sembrerebbero delineare un quadro di "reni multicistici", patologia benigna, necessitante solamente di monitoraggio ecografico. la descrizione è limpida, l'aspetto non ha fatto sollevare alcun dubbio all'operatore. Per la problematica epatica, forse è da porre una attenzione maggiore, ma non perchè l'aspetto sia particolarmente sospetto, ma per la verifica obiettiva e puntuale che l'operatore appare consigliare. Non mi pare una situazione di pericolo, però per esserne certi sarebbe necessario eseguire ulteriori esami del sangue e , se l'indicazione scaturisse dall'esame clinico e degli esami effettuati, una esame TC con contrasto.
[#2] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la sua risposta.
Nel frattempo il medico di base ha prescritto a mio padre una tac addominale, ma non mi pare che la richiesta abbia specificato "con mezzo di contrasto".
Quali esami del sangue sono opportuni secondo lei?
Grazie ancora