Utente 241XXX
Buonasera, desidererei avere una vostra preziosa consulenza.
Ho 43 anni Vi scrivo da Bolzano, ho iniziato a lavorare nel 1989 come magazziniere autista ( mansioni di carico scarico autotreni e autista consegne ). Ho sempre fatto questo lavoro fino all'aprile del 2000, dove poi ho iniziato immediatamente come conducente di autobus urbani ed extraurbani e dove attualmente presto ancora servizio. ( Quindi sono sempre rimasto nel ramo dei trasporti ). Nel 2007 ho accusato forti dolori al collo e si irradiavano fino alla mano destra. Dopo varie indagini mi veniva diagnosticata una duplice discopatia C3/C4 e C4/c5. Ho eseguito varie terapie e dopodiche nel 2009 non riuscendo più a resistere ai dolori venivo operato. DIAGNOSI: SPONDILOARTROSI CERVICALE c3/C4 E C4/C5. Assenza dal lavoro per malattia circa 4 mesi. Ho fatto richiesta di malattia professionale all'Inail rispondendomi negativamente e anche al ricorso esito negativo. Non riconosciuta come causa lavoro. Purtroppo i dolori non in maniera forte persistono e di conseguenza sono ritornato dal medico che mi ha operato rilasciandomi un REFERTO SPECIALISTICO AMBULATORIALE:

REFERTO ESAMI ESEGUITI
Controllo in paziente operato di asportazione di ernia discale e stenosi cervicale a C3- C4. Permangono dolori cervicali muscolari al rachide ed alle spalle con cefalea associataepisodica.
Il dolore è causato dalla postura lavorativa che nonostante la ginnastica posturale non riesce a compensare, necessita di mansioni lavorative adeguate al problema, si certifica inoltre che la tipologia di patologia è correlata al tipo di lavoro come fattore di rischio.

CONCLUSIONI DIAGNOSTICHE
Esito di erniectomia spondilectomia C3-C4 in spondiloartrosi cervicale.

Di questo documento l'inail non è al corrente.
Volevo gentilmente chiedervi se tentando di iniziare una causa contro l'Inail potrei avere delle possibilità di ottenere il riconoscimento di causa servizio
Ringrazio per la Vostra disponibilità e Vi porgo i miei: Cordiali Saluti
[#1] dopo  
Dr. Stefano Bonomo
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
salve
dovrebbe dimostrare lei il nesso causale tra la malattia discale e il lavoro svolto, un riconoscimento secondo me è molto difficile tanto da averlo la commissione già negato ,in più esiste una franchigia al 6% che molto probabilmete non supera anche in caso di riconoscimento della malattia professionale .
saluti
[#2] dopo  
Utente 241XXX

Iscritto dal 2012
Buonasera Dottore, la ringrazio per il suo prezioso contributo. Volevo precisare che ho anche della documentazione la quale potrebbe dimostrare il nesso causale tra la mia patologia e il mio lavoro, ma la mia richiesta di malattia professionale non è finalizzata al danno biologico ma soltanto per accedere a delle mansioni lavorative più leggere. Lei sa se l' Inail ha mai riconosciuto malattie professionali sotto la franchigia del 6%?.
In attesa di un Vostro riscontro le porgo i miei:

Distinti Saluti