Utente 186XXX
Salve sono un ragazzo di 21 anni. Complimenti per questo forum molto utile. Volevo avere appunto un' informazione in merito al mio problema al pene: l'anno scorso ho effettuato una visita medica NON DA UN ANDROLOGO ma da un medico generico a proposito della curvatura leggera del mio pene. Mi ha visitato e ha concluso che si poteva trattare di frenulo corto; i sintomi che percepivo erano dolore nella parte centrale del pene SEMPRE ogni volta che lo stesso tornava in erezione dopo un' eiaculazione. Lo stesso medico mi ha poi portato da un chirurgo che mi ha visitato ed era d'accordo sul fatto che si trattasse di fimosi e sono stato operato per l'allungamento del frenulo che secondo loro avrebbe corretto la curvatura leggera ma evidente del pene verso il basso e il dolore (che poi era la cosa più importante). ora a distanza di un anno le cose sono migliorate ma il dolore nell'atto sessuale c'è e soprattutto tende spesso a perdere facilmente l'erezione...questo per intenderci sempre dopo una prima eiaculazione magari nello stesso giorno. Altra cosa: la curvatura non è affatto sparita. è migliorata quella a livello del glande ma rimane quella vistosa nella parte centrale del corpo del pene che lo rende a mio avviso anti estetico (è un'opinione personale considerando che presento anche una curvatura sempre leggera verso sinistra, ma quella non mi interessa, quella che non sopporto è quella verso il basso). Allora vi chiedo: secondo voi era solo un problema di fimosi o qualche altra cosa? è possibile correggere la curvatura del pene verso il basso e raddrizzarlo definitivamente anche con la chirurgia o sono condannato ad avere un pene curvo che non mi soddisfa esteticamente e che a volte mi arreca disagio per tutta la vita?. Con la mia ragazza non abbiamo rapporti frequenti, (per dire non 3 volte al giorno), ma se volessimo farlo nuovamente dopo una prima volta nello stesso giorno io non sarei in grado perché non terrebbe l'erezione e mi creerebbe dolore con la penetrazione, credo sempre causa curvatura. Devo dire che è molto demotivante a 21 non poterlo fare per 2 volte di fila almeno :( scusate il modo un pò esplicito nel porre il problema.

Grazie per le eventuali risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

Fermo restando che non si capisce bene se e' stato operato di fimosi oppure di frenulo corto, il suo incurvamento andrebbe visto in diretta portando alcune foto, nelle diverse angolazioni, e per questo serve uno specialista.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
Si scusi, quello che volevo dire è che sono stato operato causa frenulo corto (plastica di allungamento del frenulo o frenulectomia non so come si dice). Secondo lei, data la leggera curvatura ventrale è possibile essere operati con la tecnica che prevede la corporoplastica di raddrizzamento del pene evitando un accorciamento del pene? ho sentito che mediante questa nuova tecnica chirurgica il raddrizzamento si viene ad ottenere "Allungando" il lato più corto del pene (soprattutto negli incurvamenti laterali penienei), con innesti di Patch di matrice dermo-collagene acellulare, che vanno a sostituire la superficie di tonaca albuginea mancante. è qualcosa di fattibile? Grazie
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

Le ripeto che solo una visita diretta permetterebbe una risposta. Tuttavia, dalle sue parole, sembra si tratti di leggero incurvamento che se confermato non avrebbe ragione di modificarlo chirurgicamente.

Un cordiale saluto
[#4] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
Ma mi scusi le ragioni che le ho elencato precedentemente non sono sufficienti?
Dolore dopo la prima eiaculazione, difficoltà nel tenere l'erezione, e disagio estetico?
Se lei mi dice che tutto è risolvibile senza ricorrere alla chirurgia allora sarei ancora più contento.. so che la mia curvatura è lieve ma proprio per questo non avrebbe la terapia chirurgica grande efficacia?
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
per indicarle un percorso di chirurgia peniena bisogna valutare direttamente l'incurvamento, ripeto perchè se lieve non conviene intervenire chirurgicamente. Per il dolore dopo l'eiaculazione e per le difficoltà erettive oltre ad un esame obbiettivo servono anche esami specifici che solo una visita sarebbe in grado di determinare.

Cordiali saluti