Utente 217XXX
Buonasera,

Sono un ragazzo di 22 anni.
Quando mi masturbo non ho problemi erettivi ma quando occasionalmente ho dei rapporti sessuali con una persona ho difficoltà erettive.
Molto spesso non riesco a completare il coito con la penetrazione peché perdo l'erezione.
Vorrei sapere una vostra opinione in merito.
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore ,

da quello che ci scrive sembra un problema con una forte componente emotiva , relazionale ma ora per ben chiarire il problema bisogna sentire in diretta un esperto andrologo.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 217XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dr. Beretta,

Anche io penso che sia un problema psicologico.
Le faccio presente che nell'autoerotismo non ho problemi erettivi anche se sono lento per raggiungere l'orgasmo.
Nel coito invece ho diversi problemi.
Non sono quello erettivo ma anche di durata.
Sono talmente lento che il rapporto diventa eterno e quindi perdo l'erezione.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

è un altro problema da sottoporre in diretta ad esperto andrologo.

Nel frattempo le consiglio sempre di consultare anche l’articolo pubblicato ancora sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/228-rapporto-tarda-finire-impotenza-eiaculatoria-fare.html .

Un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Ragazzo,
mi associo L dr.Beretta nella risposta.
A solo 22 anni, diventa obbligatorio investigare a tutto tondo le problematiche della sfera sessuale, per evitare di rimanere intrappolati in ansia e disagi di coppia.
Dopo un'accurata visita andrologica, che possa escludere cause organiche, le suggerisco di attenzionare le problematiche psicologiche e relazionali; il fatto che siano psicologiche, non equivale a dire che non ci siano, ma che non hanno un'etiologia organica, le cause cioè vanno ricercate altrove.
Le allego due mie articoli, uno sulla correlazione tra problematiche erettive ed eiaculazione precoce e l'altro sulla problematica da lei lamentata, la difficoltà a passare dall'autoerotismo al coito.

Saluti

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1697/Eiaculazione-precoce-e-mancanza-d-erezione-e-viceversa



http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1813/Calo-del-desiderio-sessuale-il-difficile-passaggio-dal-piacere-solitario-al-piacere-condiviso
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Fatte tutte le valutazioni del caso poi ci aggiorni, se lo dovesse ritenere utile.
[#6] dopo  
Utente 217XXX

Iscritto dal 2011
Io ogni mese ho un'incontro con il mio psichiatra.
Gli ho parlato anche di questo disagio ma lui ritiene che io ho difficoltà ad eiaculare in vagina perché evidentemente trovo più gratificante un rapporto orale.
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Le ripeto il mio consiglio che è quello di sentire ora in diretta anche un esperto andrologo.