Utente 879XXX
Buongiorno, in seguito o in concomitanza con l'assunzione di amoxicillina (velamox) per curarmi una tracheite, mi sono spuntate delle macchie rosse sulle palme delle mani con un certo prurito e mancanza di sensibilità e mancanza di sensibilità in corrispondenza di tali macchie. Non ho avuto altri riscontri in tutto il resto del corpo. Il fenomeno è comparso quando mancava l'ultima compressa. Terminata l'assunzione dopo un giorno il rossore s'è attenuato, sin quasi a scomparire dopo due giorni. Tre giorni dopo, tuttavia, là dove erano comparse le macchie la pelle si è sollevata diventando biancastra, come quando si forma una bolla, ora si sta togliendo e appare la pelle rosea normale sotto. Non c'è stata uscita di siero, non ho più prurito, neanche altri fastidi. Chiedo è possibile questa sia stata una forma di allergia al farmaco? Aggiungo che non è la prima volta che lo assumo e precedentemente (l'ultima circa due anni fa) non mi aveva creato problemi. Il mio medico m'ha prescritto una visita allergologica, non sarà il caso di richiederne una dermatologica? Grazie per l'attenzione e cordialità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Valerio Langella
40% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Credo che sia utile una visita allergologica piu' che altro di inquadramento. Le possibilità che la manifestazione sia di origine allergica esiste fermo restando però che l'assunzione di farmaci e di penicilline in generale con una concomitante infezione puo' causare sintomi cutanei quali Lei ha manifestato. Purtroppo credo che abbia bisogno della visita e di un occhio piu' attento rispetto ad un consulto telematico. Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 879XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio per la sua cortese risposta, dottore, seguirò senz'altro il suo consiglio, mi ha confortato nella mia perplessità. Grazie e cordiali saluti.