Utente 116XXX
Salve, sono un ragazzo di 24 anni, ho gia' scritto sull'argomento in andrologia.
D circa 2 3 mesi accuso prurito esteso in tutto l'apparato genitale (in particola modo al glande) bollicine e piccole "crepe" sempre sul glande, secchezza del glande molto evidente, che durante l'erezione crea desquamazione, prepuzio ristretto e arrossato, il problema piu' grande pero' e' il restringimento del pene in generale, e' piu' fino di prima in particolar modo nella parte tra il glande e il pene stesso. ho fatto un tampone balanoprepuziale e risltava "sviluppo di enterococco", ho fatto un urinocultura che invece non da infezioni, il medico di famiglia mi ha detto che non e' niente di che mi ha dato da fare sciaqui con acqua e bicarbonato ma io non sono tranquillo anche perche' per me i sintomi sono evidenti e parecchio invalidanti specie a livello estetico, non so piu' cosa pensare, in dermatologia che patologie possono esserci che danno questi sintomi?? ho letto di lichen sclerotico ma spero vivamente di no, e' consigliabile una visita dermatologia oppure e' meglio proseguire con lavaggi e cose blande??
saluti
[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
0% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2005
Salve,
il tampone balanoprepuziale è, in genere, pressochè inutile, in quanto nella zona si trovano parecchi micro organismi che è molto dubbio possano dare patologia. Tranne che nei casi in cui il micro organismo in causa sia una candida o altri tipo trichomonas, quindi, il tamponer balanico non ha senso. Detto ciò, non capisco perchè si sia rivolto al medico di famiglia anzichè ad un dermatologo, il solo specialista culturalmente prreparato a curare le malattie dermosifilopatiche, nonchè la patologia delle mucose genitali.
Il suo problema direi che merita un pò di più che degli sciacqui con acqua e bicarbonato di sodio!!!!
Inoltre c'è da valutare se non ci sia, visto che mi parla di restringimenti prerpuziali e difficoltà nell'erezione uan situazione di iniziale LSA, che dubito si giovi di un bicarbonato!!


Saluti
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Direi invece che l'infezione debba essere chiarita: non basta sapere il tipo di batterio, ma e' necessario conoscere che resistenze esso abbia (esistono enterococchi labilissimi ed enterococchi ultraresistenti); non solo la positività va sempre correlata con il quadro clinico.

Quindi in questa ipotesi di balanopostite di natura da determinare e' necessaria a mio avviso la valutazione dermatologico venereologica.

Saluti
[#3] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
Grazie a tutti per le risposte.
Ci tengo a precisare che non ho problemi di erezione, ne quando urino, ne' tanto meno per lo scorrimento del prepuzio, il problema vero e' la secchezza e il restringimento,!
cmq un particolare per me importante e' il frenulo decisamente arrossato! ora mi rivolgero' ad un dermatologo veenereo sicuramente, la domanda cmq e' questa..posso escluDEre infezioni a questo punto, quanto meno sistemiche, dopo aver fatto analisi ves del sangue piu' urinocultura tt e 2 negative ?? E SE SI SPOSTETTA BALANOPOSTITE COEM FACCIO A SCOPRILO DATO CHE HO FATTO TT LE ANALISI DEL CASO?? E' POSSIBILE UNA CANDIDA VISTO I SINTOMI?? SALUTI
[#4] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
ultima cosa da dire scusate me ne sono completamente dimenticato:
dopo che ho portato al medico i risultati del tampone balano prepuziale mi disse che non era niente di che e' vero, ma per sicurezza mi diede un antibiotico ( a suo avviso anche potente) il battizer, per 5 giorni, vidi un leggerissimo miglioramento, nel senso che il glande era diventato meno secco e' vero, ma leggermente proprio! poi riandato dal medico mi disse che non era proprio niente di che a quel punto e mi disse di fare lavaggi con acqua e bicarbonato.
[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Direi che ora ha a disposizione orientamenti sufficienti del Dr. Mocci e miei per pensare di procedere con una visita specialistica dermato-venereologica che valuterà il suo caso e potrà escludere una forma iniziale di Lichen scleroatrofico, di altra dermatosi genitale o di balanopostite resistente.

saluti a lei

[#6] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
grazie per le risposte.
saluti
[#7] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
salve ancora, ma e' possibile che effettuando il tampone balanoprepuziale non si arrivi a una diagnosi d candida? perche l'urologo dopo avermi visitato dice che per lui e' candida nonostante sul tampone non vi fosse nulla in proposito.
grazie
[#8] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
0% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2005
rispondo con una domanda: perché l'urologo. o perché l'infettivologo Lo specialista dinriferimento per queste patologie ê SEMPRE E SOLO IL DERMATOLOGO

saluti
[#9] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
A me sembra di vivere in un incubo: ho rifatto il tampone balano-prepuziale risultato: numerose colonie di enterococco facele e stafilococco epidermico: cura con levofloxacina che era l'antibiotico a cui i germi risultavano piu' sensibili dopo 3 giorni di cura con una pastiglia al giorno da 500 mg nessun effetto e risultato, ne mancano 2 ma a questo punto risulta inutile la cura: in precendeza avevo gia' preso la ciprofloxacina e sempre nessun risultato: o sono immune agli antibiotici o non so piu' che pensare.