Utente 556XXX
ho 64 anni (sono diabetico tipo2,soffro di bronchite cronica "pbco"
assumo sprai giornalieri cortisinici per i bronchi,+ una pillola di diamicron per il diabete,+ qualche volta una pillola di karvea per la pressione,
ORA SONO QUASI 6 O 7 ANNI CHE NON SENTO PIù NESSUNO STIMOLO SESSUALE,
MANCANZA DI DESIDERIO,EREZIONI =0,LANDROLOGO MI HA CONSIGLIATO IL CIALIS(UNA AL BISOGNO)L'HO PROVATO ED IN EFFETTI MI è VENUTA UNA EREZIONE "HO VOLUTO VERIFICARE IMMEDIATAMENTE CON UNA MASTURBAZIONE"ANCHE PERCHE AVERE RAPPORTI CON MIA MOGLIE NON CREDO CHE CI RIUSCIREI,la mia preoccupazione è che sono riuscito ad avere un orgasmo,--però non è uscito lo sperma,o meglio ho stretto il pene per farne uscire una quantità piccolissima,
cosa mi sta succedendo????????. grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,
vista la sua storia clinica "complicata e difficile" il disturbo da lei lamentato potrebbe essere legato ad un problema prostato-vescicolare e forse anche alla prolungata "inattività sessuale" .
Comunque quadri clinici particolari e complessi come il suo non possono essere affrontati e tanto meno risolti tramite una semplice e-mail e richiedono sempre una attenta valutazione clinica diretta e le successive valutazioni diagnostiche prima di capire la causa del problema e poi impostare le necessarie strategie terapeutiche. A questo punto potrebbe essere utile una attenta valutazione andrologica.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
[#2] dopo  
Utente 556XXX

Iscritto dal 2008
GRAZIE PER LA VOS.TEMPESTIVA RISPOSTA,MA SOPRATTUTTO LA VOS.PROFESSIONALITà,E GENTILEZZA.
vi mando gli esami al quale l'andrologo mi aveva presritto dopo la visita (più o meno blanda)al di la della prostata che mi ha trovato regolare"quanto una noce sciacciata"anche i precedenti esami alla prostata sono risultati nella norma,quindi da escludere problemi di prostata.
i risultati decli esami sono.
TESTORENE 2.83 ng/ml
HB-emoclobina glicata 4.50
psa (antigene postatico)0.85 ng/ml
prolattina 56.16 ng/ml
colesterolo h.d.l. 49 mg/di
gligemia 136 mg/di
creatinemia 0.97 mg/di
colesterolo totale 273 mg/di
got(ast) 48 u/l
gpt(alt) 56 u/l
clesterolo l.d.l. 98.8 mg/di
URINE
PH 5.0
GLUCOSIO 0
PROTEINE 0
EMOGLOBINA 0
CORPI CHETOICI 0
BILIRUBINA 0
UROBILINOGENO 0.2
PESO SPECIFICO 1.009
ESAMI MICROSCOPICO DEL DEDIMENTO
RARE CELLULE DELLE BASSE VIE;LEUCOCITE:RARI;OSSALATO DI CALCIO:ALCUNI;URATI AMORFI:ALCUNI
questi sono i risulati decli esami richiestomi,e che dovrei farli vederli ad un endronlogo,al quale mi ha consigliato di farmi visitare
al quale a sua volta la visita GIA PRENOTATA (è PER IL 23 GIUGNO 2008)."COME POSSIBILE CHE L'ANDROLOCO AL QUALE MI SONO RIVOLTO NON è IN GRATO DI GESTIRE LA MIA SITUAZIONE CON TUTTE GLI ELEMENTI CHE GLI HO PROCURATO,E CHE LUI STESSO MI HA RICHIESTO????,**ANCHE PERCHè SE LENDOCRINOLOGO DOVESSE PRESCRIVERMI QUALCHE ALTRA VISITA,PASSEREBBE UN ANNO,E MAGARI POI NON POTREBBERO PIù CURARMI PER ETA AVANZATA.
POTETE DIRMI SE CON TUTTE QUESTI ACCERTANENTI NON E POSSIBILE AVANZARE DELLE CURE,OPPURE DIRMI CHE NON CE PIU NIENTE DA FARE (E DI METTERMI L'ANIMA IN PACE)??????,
PS.IO NON CHIEDO DI POTER FARE SESSO,PERò SE LO FACESSI ALMENO UNA VOLTA AL MESE(OPPURE OGNI 3 MESI)COMUNQUE QUELLO CHE MI ASSILLA è QUALE MALATTIA TENGO OLTRE QUELLI GIà CITATE???????.
VI RINGRAZIO ANCORA DELLA VOSTRA GENTILEZZA, E CORDIALMENTE VI SALUTO.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
molto probabilmente il collega l'ha indirizzata ad un altro specialista (endocrinologo o diabetologo?) perchè lei presenta a livello ematochimico un aumento della glicemia e del colesterolo nel sangue. Queste sono situazioni cliniche che devono essere attentamente valutate, corrette e monitorizzate.
Ancora un cordiale saluto .

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#4] dopo  
Utente 556XXX

Iscritto dal 2008
grazie per la gentile attenzione
quindi confermo che l'andrologo mi ha richiesto una visita endocrinologa,che dagli esami che gli ho fornito risltava,
prolattina 40,20-testosterone totale 2,40-libero-2,50
il resto è nella norma.
cura androgel 50ml al giorno,OGGI SONO 15 APPLICAQZIONI CHE MI SON FATTO,POSSO DIRE CHE IL TESTOSTERONE TOTALE è 4,12: QUELLO LIBERO 20,33,HO ANCHE DELLE EREZIONI,"IL MORTO CHE RESCUSCITA"
HO PROVATO AD AVERE RAPPORTO CON MIA MOGLIE,CON NON MOLTO FACILE SONO ARRIVATO AD AVERE L'ORGASMO,PERò??????????NON è USCITO NIENTE!!!!!!!!!!!!IL POZZO SI è ASHIUGATO,DICO QUESTO PERCHE ANCHE LA SECONDA VOLTA NIENTE SPERMA,FORSE PERCHE L'EREZIONE NON ERA PROPRIO DELLE MIGLIORI,PER QUESTO VI DICO POSSO ASSOCIARE IL CIALIS CON ANDROGEL???,NOTA IL CIALIS ME LO PRESCRITTO LA PRIMA VOLTA L'ANDROLOGO,CHE COMUNQUE MI FACEVA AVERE UNA EREZIONE VERAMENTE BUONA,
CHE PERò NON MI VENIVA NESSUNA VOGLIA.
GRAZIE PER LA VOS.ATTENZIONE VI SALUTO CORDIALMENTE
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
questa non è la sede per chiedere se iniziare o meno una terapia così specifica . La cosa migliore da fare inn questo momento è riconsultare ,magari anche telefonicamente, il suo andrologo , quello che aveva già proposto , prima che lei iniziasse l'iter endocrinologico, questo tipo di strategia terapeutica.
Ancora un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it