Utente 108XXX
Gentilissimi dottori, ho 37 anni e da un paio di anni a questa parte avverto spesso fiato corto, battiti accelerati a volte, extrasistole che mi spaventano enormemente. Qualche volta dolorini al petto. Qualsiasi impegno mi richiede grande sforzo. Non ho mai avuto di questi problemi, mi sono sottoposta negli ultimi due anni ad altrettanti elettrocardiogrammi, ecocardiogrammi e visite cardiologiche, ma non risulta alcuna patologia. Non ho problemi di pressione, anzi sono ipotesa. Ho sofferto per due anni (dal 2008) di bolo isterico, a seguito di un episodio di quasi soffocamento, passato il bolo ho iniziato ad avere attacchi di panico, che adesso mi vengono però piuttosto raramente (prendo alprazolam, 30-35 gocce al giorno) e sto iniziando a diminuire i dosaggi. Cosa potete consigliarmi? Preciso che ho iniziato da poco una leggera attività di cardio-fitness. Grazie e buona giornata

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
S egli esami che lei riporta fossero negativi, come dice lei, sarei propenso ad attribuire questi disturbi alla sua elevata quota ansiosa.
Tenga presente che l'alprazolam e' una farmaco indicato , come sintomatico, nelle forme di a attacco di panico, ma non le guarisce.
Penso che una consulenza di uno specialista le potrebbe essere molto utile per sistemare la terapia.
Cordialmente
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio infinitamente, gli esami sono negativi, non so se approfondire ulteriormente la questione con un holter. Lei cosa ne pensa? Sono stata da una psicoterapeuta ma, a parte lieve miglioramento, non è andata molto bene. Nella mia città non ci sono specialisti in attacchi di panico, più che altro vorrei scongiurare il diubbio che siano problemi fisici. Il mio medico curante dice di stare serena perché non riscontra nulla di anomalo e ritiene che l'ansia sia, per altro, un fattore ereditario, essendo anche mia madre affetta dalle stesse problematiche ipocondriache. La saluto con stima
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Un Holter non si nega a nessuno, penso tuttavia che la sua terapia antipanico vada rivista
Arrivederci
Cecchini