Utente 204XXX
salve, ho 44 anni e da 10 prendo un betabloccante per una aritmia sinusale ed extrasistole che avevo. In realtà mi basta una dose molto piccola per tenere a bada il mio cuore ma senza di questa mi tornano le aritmie, ossia prendo !/20 di pasticca di tenormin 100 la mattina e 1/20 il pomeriggio. faccio sport ed ho una vita normalissima. Ora però dovrei curare una infiammazione della prostata di origine non batterica e l'andrologo mi ha consigliato 2 bustine al giorno di oki per 5 giorni. ma io ho letto che interferisce col betabloccante. Lui dice che lo prendono normalmente quelli che usano betabloccanti senza problemi. Così ho pensato di provare a prendere una piccola porzione di oki per vedere la reazione. una volta ho preso la moment, oppure l'aulin, l'aspirina, senza problemi. voi che dite? oppure esiste un'altro antinfiammatorio che non ha controindicazioni col betabloccante?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Non mi risulta che l'associazione fra ketoprofene e betabloccanti sia sconsigliata, nè tanto meno controindicata. E' però vero che tutti gli antiinfiammatori non steroidei (FANS) possono transitoriamente causare ipertensione arteriosa per cui talvolta è necessario aumentare la dose dell'antiipertensivo oppure, nel caso di ipertensione grave o resistente, è necessario rinunciare all'utilizzo di antiinfiammatori appartenenti a tale classe, specie se la terapia è cronica.
Quindi, se l'atenololo Le è stato prescritto per il controllo del ritmo o della frequenza cardiaca, non vedo controindicazioni all'utilizzo di Oki.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
grazie per l'ottimo consiglio. volevo farle sapere che ho preso una bustina ieri e una oggi e non ho alcun problema al cuore.
invece una cosa che mi preoccupa è la mia potenza sessuale che sta diminuendo sempre di più. vedo la mia ragazza un paio di volte a settimana e per stare tranquillo prendo un pezzetto (circa 1/5) di pasticca di cialis e va tutto bene ma ho notato che il giorno dopo sono praticamente impotente, così come se lo prendo due giorni di seguito. se poi ne prendo una mezza pasticca addirittura non mi eccito più per una settimana. lei potrebbe darmi un parere visto che gli urologi, anche quelli della mia città, non mi sanno dare spiegazioni? c'entra il mio cuore?.
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
I betabloccanti possono causare difficoltà nel raggiungimento e nel mantenimento di una valida erezione. Le consiglio comunque una visita andrologica per escludere la presenza di altre problematiche resposnabili del deficit erettile, e per concordare con lo specialista i provvedimenti da prendere (non necessariamente farmacologici!).
Nel frattempo, Le consiglio vivamente di NON sospendere di Sua iniziativa la terapia con Tenormin: la brusca cessazione dell'assunzione del farmaco potrebbe causare ulteriori effetti collaterali.
Cordiali saluti