Utente 242XXX
Buongiorno,
circa 4 mesi fa, a seguito di rapporto orale con persona a rischio, mi sono rivolto al venereologo per bruciori uretrali e leggeri arrossamenti del glande. Un primo esame a 45 gg dal contatto ha dato il seguente esito: Ab anti Hiv 1/2 Assenti, TPHA (IHA) Negativo, RPR (AGGL) Negativa, Fta Abs (IFA) igg positivo 1:5 , Fta Abs IgM Negativo.
Lo stesso esame è stato ripetuto a 80 gg con lo stesso esito. Il venereologo ha iniizalmente ipotizzato una vecchia infezione da Treponema, poi mi pare che l'abbia esclusa, avendo io una ventennale storia come donatore abituale con esami sempre perfetti. Da ciò che ho letto nella letteratura scientifica e dai numerosi post, il TPHA e la RPR negative avrebbero dovuto "macchiarsi" se ci fosse stato un contatto. Anche il responsabile del laboratorio di analisi parla di falso positivo per altre cause. Ma un altro venereologo consultato ha parlato di vecchia infezione dicendo che il TPHA può diventare negativo .
Intanto però sono dovuto ricorrere alle cure di un urologo per sopravvenuti dolori tescicolari. I tamponi uretrali e le colture richiesti hanno escluso HPV, Clamiida, Urea/micoplasma, Gonorrea e altri batteri. Spermiocoltura negativa. L'Urinocoltura ha dato invece l'esito di infezione da Stafilococco Aureo meticillino resistente.
L'urologo mi ha prescritto cura di Bassado per 12 gg, 2 al dì.
Vorrei conoscere il Vostro parere sui risultati sierologici.
Grazie e cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
8% attualità
20% socialità
TORTONA (AL)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2005
Salve,
Non entro nel merito della terapia del suo stafilococco meticillino resistente, ma per il resto direi che è tutto ampiamente negativo. ULa positività che la spaventa, di 1:5 , non è certo considerabile come cicatrice sierologica (così si chiama la traccia che la lue lascia nel sangue) Si metta l'anima in pace, che dal quel versante va tutto bene


saluti
[#2] dopo  
Utente 242XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la risposta rapida.
Cordiali saluti.