Utente 306XXX
Mia moglie di 50 anni, da sempre in buona salute,un poco in sovrappeso, circa due addietro positiva all'elicobacter pylori, con sintomi tipo eruttazioni difficoltà digestive;trattata con antibiotici ed esomprazolo, come da protocollo.
Ora solo qualche pesantezza di stomaco la sera, qualche eruttazione e a distanza di circa due mesi l'uno dall'altro ha avuto tre espisodi( l'ultimo risale a novembre scorso) di dolore acuto a livello del dorso, che il mio medico a ipotizzato essere dovuto ad ernia iatale.Da settembre ha sofferto( ma adesso è andata via a seguito di trattamento dai primi di dicembre, con antibiotico locale)di dermatite periorale.
Per consentire di meglio inquadrare i fatti devo pertire da lontano.
Nell'anno 2001 e 2002 ha eseguito esami del sangue per la sua attivtà lavorativa di impiegata: emocromo, ect.
Tutto nella norma, salvo la sideremia e ferritina sempre nella norma ma ai limiti minimi.
Cosi pure nel 2004 ove detti valori sono sempre stati confermati, oltre alla VES= 14 ( val norm.fino a 12)del pari normali gli esami per la tiroide e pap test.
Alla VES aumentata non è sta data importanza perchè lei ogni tanto soffriva e soffre di afte all'interno della bocca.
A settembre 2006 esami di routine ( non fece la ves) per attività lavorativa+ emocromo tutto nella norma ( Emoglobina 12,4-vol corp.med 84,6-rossi e bianchi nella norma- hb corp. med 27,8( val min 27)Conc.hb corp.med 32,8( val min32-Anticorpi neg- Esami urine tutto neg. con moltissime cellule delle basse vie urinarie.
Il 5.12.2007 dicembre 07 le erano terminate le mestruazioni da una decina di giorni( sempre regolari ma abbondanti) ha fatto un esame del sangue per l'idoneità sul lavoro( got-gpt hbsag-hbcab totali-hbcab Igm-HbeAg-Anti-Hbe Epatite c- colesterolo-triglliceridi- emocromo).I valori tutti normali ;Fuori norma: Emoglobina=11,8( limite min11,8 )HB CORP MED 26,4 ( lim min 27)-Conc.hb corp. med 31,5( lim min 32) tutto il resto Glob.Bianchi,rossi ematocrito,piastrine, formula leucocitaria nella norma.
Sulla base del risultato dell'emocromo,e considerato che tra settembre e ottobre aveva sofferto di una epicondilite a destra, trattata solo con un tutore,e che ha tutt'ora una dolenzia con una leggera limitazione al movimento della scapola sin., dopo 15 gg ha fatto la VES perchè la precedente risaliva all' anno 2004=14( val max 12),ha ripetuto l'emocromo + altri esami, con i seguenti risultati
Ferritina 7,48 ( val min 8,5-max 180)-PCR 0,40 ( val max 0,50)-Reumatest 2,3 (val norm fino a 14)-VES 32 Vaaler Rose:negativa- Sidiremia 63( val 37-145)- trasferrina tot.356( val 185-400) ves 36 ( val max12)- Fibrinogeno 361 ( val nrm 150-400)-Immunoglobuline IGA 259 ( val norm 70-400)-A transglutaminasi IGA 0,40(Val norm.< 5 U/ml)-
QSP: le varie percentuali nella norma, con proteine tot.7,3- rapporto A/G= 1,16.
Emocromo:Emoglobina 12, ai limiti minimi e legg superiore al precdente- MCV 81,7 leggermente superiore al precedente ( Val norm. 80-98) HB Corp. MED 26,5,come il precedente Val nrm. 27-34-Conc. HB Corp. med 32,4legg. sup. precdente ( val nor. 32-36)
Per pura curiosità dopo 2 giorni ha ripetuto solo la VES che risultò aumentata da 32 a 36 ed alla quale, però non ha dato importanza perchè proprio il giorno prima le era venuta un afta molto dolente ad un lato della lingua.
Premesso che 10gg fa le è terminato il ciclo di 5 giorni, ma abbondante, ieri ha ripetuto alcuni gli esami del sangue ed è risultato:
Emocromo svrapponibile al precedente, con la sola HB CORP MED, pure sovrapponibile e al di sotto della norma:26,2
Sideremia:48 al precedente era 63,
Transferrina:357 = precedente
Ferritina ancora in corso,
Ves 46, aumentata ulteriormente:precedente 36 e precedente ancora 32
PCR= 0,40 uguale alla precedente.

Tanto detto gradirei conoscere con urgenza il punto di vista degli specilisti di Medicitalia in merito e cosa fare per capire di cosa si tratta
[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi
48% attività
0% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signore, mi permetto di risponderle vedendo il suo consulto ancora inevaso.; spero di esserle utile, nell'attesa che qualche Collega possa farlo meglio di me.

Intanto credo sia il caso di provvedere a ricostruire le scorte di ferro. Mi dispiace ma non ho letto prima il suo consulto e nel frattempo spero che il ferro le sia già stato somministrato.

Non ho capito però se il sintomo intestinale ancora persiste (e se l'ipotesi del Crohn abbia trovato o meno un riscontro istologico), oppure se, essendo scomparso ma avendo lasciato una forma subdola di anemia, la successiva abbondante perdita mestruale, ha quest'ultima resa del tutto franca anemia. Il fatto che lei ha citato l'epicondilite con tutore (dolore) mi induce a pensare che la signora ha fatto forse uso di antiinfiammatori, e questi ultimi potebbero anche aver sostenuto un microsanguinamento gastrico. Bisognerà provvedere quindi ad una protezione dello stomaco durante l'assunzione di questo tipo di farmaci.


Cordiali saluti
Agnesina Pozzi