Utente 232XXX
Salve,

ho effettuato più di 4 anni fa l'intervento per varicocele di terzo grado al testicolo sinistro. L'intervento è andato molto bene ed il varicocele non c'è più.
Ho le vene alle estremità del testicolo un pochino più dure e se le tocco un po' doloranti, da sempre dopo l'intervento, ma diversi urologi mi han detto che non è nulla.

Tuttavia, dall'estate scorsa ho accertato l'insorgere di un idrocele (diagnosticato con ecografia dall'andrologo). Ho portato il sospensorio per sei mesi, ma l'idrocele, inizialmente molto ridotto è aumentato abbastanza. Non ho fatto altre cure.
E' l'operazione di varicocele la causa?

Devo operarmi per forza o posso provare qualche altra terapia prima?
Esiste solo un tipo di operazione? Quali sono le possibili complicanze?
L'anestesia può essere solo locale?

Infine, ultimamente ho accusato un leggero calo del desiderio sessuale e della quantità di liquido spermatico. Può l'idrocele esserne la causa?

Grazie mille per l'aiuto!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

i dati che riporta sembrano collegare l'intervento con l'insorgere dell'idrocele, ma dipende dal tipo di tecnica chirurgica adottata all'epoca.

ritengo che non esista alcun nesso tra il calo delle libido e l'idrocele. ma ovviamente, una valutazione andrologica de visu è perentoria per togliersi i dubbi.

ritengo inoltre che l'intervento debba essere concordato col medico direttamente, momento in cui valuterà se e con quale tipo di anestesia effettuare l'intervento.

aggiungo inoltre che la semplice aspirazione del liquido non può ritenersi definitva.


cordialità
[#2] dopo  


dal 2012
Grazie mille.

La tecnica fu quella di legare le vene, incidendo a sinistra poco sotto l'ombellico.

Quindi posso risolvere solo operandomi?
Esistono tecniche differenti o solo una? Che complicazini potrei avere?

Grazie ancora.
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

è una comune complicanza in corso di legatura alta della vena spermatica.

per operare l'idrocele, si può rimuovere il liquido e asportare parte della membrana interna che produce il liquido in modo da evitare la recidiva.

le comuni complicanze di un intervento lievemente invasivo sono l'emorragia locale , l'infezione.

ovvio che però deve valutare il tutto con il medico referente.

cordialità