Utente 242XXX
Salve,
sono un ragazzo di 25 anni, ho avuto svariati rapporti sessuali non protetti sia con la mia ex ragazza, che saltuariamente con altre e non ho mai avuto problemi alle parti intime. Da un paio di mesi ho costanti rapporti con una ragazza, circa 2 al giorno, e si è manifestato un problema al prepuzio circa un mese fa che poi è scomparso da solo ma da 10 giorni si è ripresentato. Per spiegare il problema facilmente diciamo che ho la pelle del prepuzio con dei piccoli tagli spacchi verticali, la pelle è un pò striata come se fossero delle smagliature sento leggero prurito e sul glande non ho nessun tipo di macchia, praticamente ho solo problemi al prepuzio. In questi 10 giorni degli spacchi si sono chiusi e altri se ne sono aperti.
Preoccupato da questo ripresentarsi del problema sono andato dal medico curante sia io che la ragazza con cui sto avendo rapporti stabili da due mesi, il medico mi ha detto che secondo lui sono tipo dei funghi come quelli che si prendono in piscina o nei bagni pubblici e come cura a me ha detto di prendere una compressa di Diflucan 150 subito e una dopo una settimana e nell'arco di questa settimana di fare dei lavaggi a mattina e a sera con Peravyl 1% per genitali esterni invece a lei a prescritto le stesse cose mie e in più gli ha detto di mettere degli ovuli prima di andare a letto e di fare al risveglio delle lavande. Ah dimenticavo, sono a 2 giorni dal termine della cura e in questi giorni sto continuando ad avere rapporti sessuali, anche perchè il medico non ha detto nulla circa il fatto di tenerlo a riposo, ma non sto notando miglioramenti.

Spero possiate darmi un consiglio perchè non so che fare e non mi sento più a mio agio quando sono in situazioni intime. 

Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Dovrebbe a mio avviso rivolgersi al dermatologo venereologo per escludere fra diverse cause, anche un esordio di lichen scelrosus o scleroatrofico, che potrebbe avere (parliamo in assoluti termini generali e non riferibili al caso specifico) proprio in taglietti verticali sul prepuzio una delle prime manifestazioni

cari saluti e nel frattempo utile non continuare terapie senza diagnosi.
[#2] dopo  
242390

dal 2012
Salve Dr.ssa Suetti,
Inanzitutto La ringrazio, dopo aver letto la sua risposta mi sono documentato su internet e a quanto pare i miei sintomi sono simili a quelli di un Lichen Sclerosus Ragedizzato allo stadio iniziale.
Come da Lei consigliato vorrei effettuare una visita dal dermatologo venereologo ma ho chiesto in giro e ho verificato su internet che nel mio paese non ve ne sono, nell'ospedale più vicino ossia Casa Sollievo della Sofferenza IRCCS di San Giovanni Rotondo non vi sono specialisti in Dermatologia Venereologica.
Quindi mi chiedo come posso fare?
Può andare bene una visita dall'urologo?
Può indicarmi il protocollo da eseguire nel caso si riscontri un Lichen Sclerosus?

Grazie per la risposta e per la disponibilità.
[#3] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Io credo che dobbiate reperire uno specialista dermatologo venereologo, perchè la competenza del lichen sclerosus (ammesso che di questo si parli e comunque la diangosi differenziale deve esser fatta) è esclusiva di questo specialista.

Cercate e fatevi aiutare dal vostro medico di famiglia: vedrete che riuscirete a reperire un buon indirizzo vicino casa vostra ed escluderete ogni forma patologica connessa con questo quadro, comrpeso il lichen sclerosus o scleroatrofico, appunto


le aggiungo un link di approfondimento:

www.lichenscleroatrofico.it

saluti cari