Utente 229XXX
Pregg.mi Dott.ri
Vi scrivo per sottoporre alla Vs. gentilissima attenzione un problema di salute che non riguarda me personalmente ma mia cognata, in base a quanto di seguito riportato, vorrei capire se la cura che le hanno prescritto può andar bene, se possiamo fare altro, conoscere i vostri consigli ed il Vs. parere.

Nel mese di dicembre 2011, esattamente il 22/12/2011, mia cognata di anni 48 si è sottoposta ad un controllo mammografico di routine e le è stato diagnosticato un Carcinoma Duttale infiltrante G2 con aspetti di differenziazione tubolare in stadio pT1b (Nodulo di 8 x 5 mm - margini indenni)
quindi il 25/01/2012 è stata sottoposta ad intervento chirurgico di Tumorectomia supero-esterna mammella destra e biopsia linfonodo sentinella ascellare omolaterale N0 (linfonodo sentinella + linfonodo non- sentinella entrambi negativi per mts)
Recettore Estrogeno positivo 70%, Recettore Progesterone positivo 65%, Ki67:35%, HER-2 assente.
Il decorso post-chirurgico è stato regolare. in considerazione di quanto sopra si consiglia:
1) Terapia ormonale con Tamoxifene cp 20mg: 1 cp/die;
dopo 60 gg: Enantone fle 11,25: 1 fla im ogni 90 gg;
e
2) Radioterapia complementare sulla ghiandola mammaria residua e boost sul letto chirurgico.

In attesa di un Vs. gentile quanto prezioso riscontro in merito, porgo Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
I parametri che allega sono in gran parte favorevole e tutto il quadro suggerisce un cauto ottimismo.

Si può senz'altro concordare con il programma terapeutico proposto.
[#2] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
Preg.mo Dott. Catania,
volevo ringraziarla per avermi risposto e per averlo fatto così celermente. Saremo cauti e seguiremo il tutto con molta attenzione.
Ringraziandola ancora, porgo Distinti saluti.
[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Inconsiderazione delle caratteristiche biologiche della malattia credo che neanche i controlli debbano essere intensivi, tranne che per i primi 2 anni.

http://www.medicitalia.it/minforma/senologia/67-follow-up-intervento-controlli-fare.html
[#4] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
Ancora grazie Dott. Catania.
Distinti saluti