Utente 563XXX
buonasera,
con mia moglie (36 anni) stiamo cercando di avere un bimbo da diverso tempo ma senza successo.
Dopo 2 anni di tentativi naturali e mirati, un anno fa abbiamo deciso di rivolgerci ad un centro specializzato con cui abbiamo fatto un ICSI ad inizio di quest'anno ma con esito negativo. Mia moglie dopo vari controlli sembra avere tutti i valori nella norma.

I miei spermiogrammi hanno dato nel tempo valori diversi che qui vi elenco.

aprile 2005

Astinenza gg. 5

Volume 4,5 mL
Fluidificazione completa entro 30'
Colore grigio chiaro
consistenza normale
Ph 7,3
Nr. spermatozoi 99 milioni /eiaculato
22 milioni /mL
Cellule rotonde 2 milioni /eiaculato

leucociti: 0 milioni/mL
eritrociti: alcuni

motilità immobili in situ motilità progressiva
dopo 1h 50% 23% 27%
dopo 2h 50% 25% 25%
dopo 4h 58% 21% 21%

Forme tipiche 22%
Forme atipiche 78%
Anomalie della testa 75%
Anomalie pezzo intermedio 5%
Anomalie coda 12%

Sperm MAR-TEST negativo
Swelling test 77%

Giudizio Astenozoospermia lieve. Teratozoospermia media

gennaio 2007 (in un altro Istituto)

astinenza gg. 3

Volume 4 mL
Fluidificazione completa
Colore giallastro
consistenza
Ph 7,6
Nr. spermatozoi 112 milioni /eiaculato
28 milioni /mL
Cellule rotonde 1,5 milioni /eiaculato

Emazie assenti
Leucociti / ml <1.000.000
cellule epiteliali alcune

motilità mobili progressiva lenta debole-in situ
dopo 1h 55% 8% 37% 10%
dopo 2h 58% 9% 36% 13%


Forme tipiche 4%
Forme atipiche 96%
Anomalie della testa 71%
Anomalie pezzo intermedio 15%
Anomalie coda 10%

Giudizio Astenozoospermia lieve. Teratozoospermia marcata


luglio 2007 (Istituto che ci sta seguendo attualmente)

astinenza gg. 3

Volume 4 mL
Colore giallastro
consistenza normale
Ph 7,5
Nr. spermatozoi 24 milioni /eiaculato
6 milioni /mL
Cellule rotonde 1,2 milioni /mL

motilità progressiva rettilinea progressiva lenta in situ
dopo 1h 4% 21% 10%
dopo 2h 2% 20% 8%

Forme normali 2%
Forme abnormi 98%
Anomalie della testa 86%
Anomalie tratto medio 7%
Anomalie coda 5%

Swelling test 60%
Eosin test 65%

giudizio: Marcata oligospermia, discreta astenospermia, marcata teratospermia.

A novembre 2007 ho fatto una visita (ecocolordoppler) dall'andrologo che riscontra quanto segue:
Testicoli in sede scrotale, normoconformati, del volume di 11 ml a destra e 11 ml a sinistra. Parenchima omogeneo normoecoico. Trama arteriosa intraparenchimale normorappresentata. Epididimi regolari per forma, dimensioni ed ecopattern. A sinistra presente reflusso basale continuo a media portata incremetabile con la manovra di Valsava. Diametro vene in clinostatismop 3.5. Idrocele assente. Prostata normoconformata, del volume di 30 cc. con ecopattern omogeneo normoerecoico. Vescicole seminali presenti, simmetriche, con diametro AP di 10mm a destra e 11mm a sinistra, entrambe con ecopattern omogeneo.

L'andrologo mi consigliò di operarmi di varicolece in quanto avrebbe migliorato nell'arco di qualche mese la qualità del liquido spermatico e che da recenti studi avrebbe aumentato anche la probabilità di attecchimento dell'embrione nell'utero. Al contrario, le ginecologhe che ci seguono non sono a conoscenza di questi studi e comunque dicono che non c'è la sicurezza di miglioramenti, anzi si riscontra in alcuni casi il peggioramento del liquido spermatico in seguito all'operazione di varicocele.

A gennaio 2008 in seguito all'ICSI il mio liquido spermatico risulta (pre-trattamento):

astinenza gg. 4

Volume 4 mL
Nr. spermatozoi 56 milioni /eiaculato
14 milioni /mL
motilità progressiva (a,b) 25%
motilità rettilinea (a) 0%
Forme normali 4%

Come ho accennato all'inizio, questo tentativo di inseminazione non è andato a buon fine e pertanto siamo in coda per un secondo tentativo in giugno 2008.
Siete a conoscenza degli studi che hanno relazionato la qualità del liquido spermatico all'attecchimento dell'embrione?
E' pensabile nell'attesa sottopormi ad un intervento di varicocele o consigliereste cure medicinali (o altro) per migliorare la qualità del liquido spermatico?

In attesa di una Vostra gentile risposta, vi ringrazio per il tempo dedicato. Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
è mia personale opinione che operare il varicocele non cambia le sue chance. se desidera può leggere sul mio sito perchè.
l'attecchimento è funzione della qualità dell'embrione e della situazione ginecologica.
in altre parole non c'è mai una causa sola in un evento di questo tipo...
le consiglierei di valutare la possibilità di una terapia medica in previsione del prossimo tentativo.
cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

le discussioni sulla capacità di miglioramento della spermatogenesi dopo correzione del varicocele sono quasi infinite,(chi afferma di sì, chi esprime seri dubbi, chi sostiene di no....).
Mi sembra che il suo liquido seminale mostri chiari problemi di motilità e numero e bisognerebbe fare qualcosa per cercare di modificarli in meglio. Esistono terapie mediche "di supporto" che in alcuni casi mostrano la capacità di migliorare i caratteri del liquido seminale e che potrebbero essere utilizzate per valutarne gli effetti. Qualche paziente giunge alla decisione "operatoria" in un caso come il suo seguendo la logica: 1.esiste un varicocele, 2.esiste una alterazione seminale 3. la correzione del varicocele è abbastanza semplice e priva di complicanze significative 4. vorrei fare tutto quello che possa essere utile a migliorare la mia fertilità ( anche per un giusto confronto con mia moglie) ergo..mi opero sperando di ottenere dei miglioramenti significativi.
Non è una logica molto "medica" ed è aperta a discussioni ma a mio parere non è assolutamente sbagliata
cari saluti
[#3] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,

una recentissima rivalutazione dei più seri studi scientifici eseguiti sui risultati del trattamento del varicocele è giunta alla conclusione che operare chirurgicamente di varicocele uomini infertili che abbiano: 1.un varicocele palpabile alla visita, e 2. l'alterazione di almeno un parametro seminale, aumenta la probabilità di gravidanza spontanea.
Se fosse interessato, le segnalo il lavoro scientifico in oggetto: Marmar JL e collaboratori (Autori), Fertility Sterility (rivista), Settembre 2007, volume 88, pagine 639-648.
[#4] dopo  
Utente 563XXX

Iscritto dal 2008
Egregi Dottori,
innanzi tutto grazie per le Vostre risposte.
Mi sembra di capire che la scelta del percorso da intraprendere ora rimane un po' a me e a mia moglie.
Parto dal presupposto che il prossimo tentativo per l'ICSI è fissato per metà giugno, pertanto:
Dopo l'eventuale operazione quanto tempo deve passare prima di vedere i miglioramenti dei valori?
Invece, una terapia medica in cosa consiste e si farebbe in tempo a migliorare comunque i valori per giugno?

Mille grazie ancora.
Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

gli spermatozoi che si formano nei testicoli dopo la eliminazione del varicocele cominciano a comparire nello sperma dopo 60-80 giorni.
In pratica dopo 2 mesi dall'operazione potrebbero essere già presenti alcune modifiche migliorative degli spermatozoi tanto da renderli "più efficaci", in vivo o in vitro.
Cari saluti