Utente 242XXX
Salve, nonostante sia una patologia sulla quale esistono molti quesiti nel forum con altrettante risposte, vorrei sottoporLe anche il mio caso. Ho 50 anni, non posso considerarmi uno sportivo, ma non faccio a meno della mia oretta di footing la domenica e di un paio di volte alla settimana in piscina. Non fumo e la mia pressione arteriosa è sempre stata assestata sui 130/70, circa. nel giugno 2011, durante un controllo cardiologico, ho scoperto (durante un ecocardiogramma) di avere l'aorta ascendente ingrandita (40 mm). Le leggo testualmente la diagnosi: "Normali dimensioni interne del ventricolo sn con normali spessori e funzione sistolica conservata. Aorta ascendente ingrandita (40 mm) con lieve insufficiente valvolare non significativa. Sezioni dx nella norma. Normale cinetica parietale". Le mie domande sono: a che grado di dilatazione scatta l'indicazione per l'intervento chirurgico? In media di quanto si dilata ogni anno l'aorta? Che periodicità di controlli mi consiglia? Infine, l'attività sportiva che svolgo è sufficiente? Aspetto con ansia una Sua risposta, non so davvero cosa pensare. Grazie. Cordialità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
i valori aortici riportati sono ai limiti alti della norma da non creare eccessivi allarmismi sotto il profilo clinico. Effettui un ecocardiogramma almeno ogni due anni e svolga con tranquillità la sua attività sportiva.
Stia sereno.
Saluti