Utente 154XXX
a quale specialista mi devo rivolgere per un dolore anale che ho da oltre tre anni....continuo H24 senza tregua...? urologo? psicologo? ortopedico? chirurgo? da qualcuno devo pur cominciare...tempo fa esistevano i ricoveri programmati...ora non piu' devi spendere migliaia di euro per farti visitare da ognino degli specialisti....non so cosa fare...chiedo consigli....grazie...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo,

per un dolore anale non è necessario il ricovero e dovrebbe essere il suo medico ad indirizzarlo allo specialista di riferimento conn il SSN. Ad ogni modo lo specialisa di riferimento è il proctologo.

Come sono le caratteristiche del dolore : inizia durante e continua dopo la defecazione ? si accompagna a sanguinamento ? Ha eseguito delle terapie ?


Cordialmente


[#2] dopo  
Utente 154XXX

Iscritto dal 2010
gentilisso dr. cosentino...e' un problema che mi porto da tre anni....ho una prostatite cronica da tre anni....ho eseguito tre volte il test di stamey (ogni volta positivi) e in base all'antibiogramma la cura antibiotica...ma non ho mai avuto un leggero sollievo....le urine pero' sono sempre risultate negative....di testa mia ultimamente ho eseguito il PSA ma e' risultato nella norma...il mio urologo si e' solo preoccupato di farmi fare lo stamey...ma ne una sovrapubica, ne una trans rettale ne altri approfondimenti...addirittura mi ha detto che non sa cosa pensare piu'.
oltre ai classici sintomi della prostatite, pollachiuria soprattutto noturna(3-4 volte al bagno), disuria, minzione dolorasa ed esitante, perdite sfinteriche dopo la minzione soffro maggiormente di un dolore/bruciore dentro l'ano che non mi lascia neanche un minuto...e' costante da trer anni e va sempre piu' ad aumentare...appena sveglio riprendere fino a quando mi addormento di nuovo....aumenta di molto dopo la defecazione e dopo eiaculazione....ho eseguito visita chirurgica e rettoscopia (tutto negativo e pulito) elettromiogramma (negativo) risonanza magnetica a tutto il bacino (tutto nella norma e nessun corpo estraneo)...non so piu' cosa pensare...potrebbe essere anismo dovuto ad ansiosita'? coccigodinia? colon irritato? dovrei fare una cistoscopia? colonscopia? possono essere due cose distinte la prostatite e questo dolore anale...? nb...non ho mai avuto perdite di sangue o febbre